Polonia-Arabia Saudita, Michniewicz: "Lewandowski? Non cambia nulla, deciderà lui se tirare ancora il rigore"

Il ct dei biancorossi presenta la delicata sfida nella conferenza stampa della vigilia: ecco le sue parole

Lo 0-0 all'esordio contro il Messico ha un po' complicato il cammino della Polonia ai Mondiali di Qatar 2022. I biancorossi, infatti, dovranno cercare il bottino pieno nel match in programma sabato alle 14 contro l'Arabia Saudita che, clamorosamente, ha battuto in rimonta l'Argentina per 2-1 al debutto. Il ct dei polacchi Michniewicz ha presentato così la partita di domani nella conferenza stampa della vigilia: "Sappiamo qual è il grado di difficoltà di questa partita. Un pareggio con il Messico non ci fa stare troppo sicuri, ma questo non significa che usciremo con un solo punto. L'Arabia Saudita ha dimostrato come si può battere la squadra favorita. Ci aspetta una partita interessante. Faremo di tutto per giocare al meglio. Non possiamo promettere nulla, ma giocheremo in modo tale da non avere rimpianti".  Sullo schieramento della sua Polonia, il Ct non si sbilancia: "Conosciamo già la formazione e l'assetto tattico, ma non posso rivelarlo. La squadra lo saprà per prima. A proposito, tutti sono pronti a giocare, nessuno ha accusato problemi fisici, quindi eventuali modifiche alla formazione saranno dettate solo da fattori sportivi o tattici".

Lewandowski fallisce il rigore: la grande parata di Ochoa in Messico-Polonia
Guarda la gallery
Lewandowski fallisce il rigore: la grande parata di Ochoa in Messico-Polonia

Polonia, Michniewicz sull'errore dal dischetto di Lewandowski

La Polonia avrebbe potuto vincere al debutto se solo Lewandowski avesse trasformato il tiro dal dischetto anziché farsi ipnotizzare da Ochoa: "Ho parlato con la squadra della partita con il Messico. Tra i presenti c'era anche Robert Lewandowski, quindi posso dire di avergli parlato - commenta Michniewicz -. Ho parlato con ogni giocatore. Non è cambiato niente. Robert è il nostro primo rigorista, ma ovviamente deciderà se tirare o dare la palla a qualcun altro. Tutto dipende da lui. Si sente abbastanza forte per tirare i prossimi".  Sugli avversari: "L'Arabia Saudita ha giocato con una linea difensiva molto alta e quasi sempre ha colto gli argentini in fuorigioco. Non credo che il loro modo di giocare cambierà. Guardando le loro partite avevamo notato che in alcuni momenti della partita alzano la linea. Non lo hanno fatto per 90 minuti, perché l'Argentina li ha costretti a difendersi nella propria area di rigore. Questo è successo anche nelle precedenti amichevoli. Dico sempre che devi essere in grado di contrattaccare, attaccare di posizione, difendere, attaccare. Tutto deve essere fatto nella giusta quantità. Non ci concentriamo su un unico modo di giocare".

Esultano come Cristiano Ronaldo in faccia agli argentini: il "Siuuu" dei tifosi Arabia Saudita
Guarda il video
Esultano come Cristiano Ronaldo in faccia agli argentini: il "Siuuu" dei tifosi Arabia Saudita

 

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...