Tuttosport.com

Serie A: Roma-Palermo 5-0, doppiette di Salah e Dzeko
© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.

Serie A: Roma-Palermo 5-0, doppiette di Salah e Dzeko

Una tifoseria schierata con Totti non condiziona la partita dei ragazzi di Spalletti che cancellano le polemiche innescate dal capitano giallorossotwitta

domenica 21 febbraio 2016

ROMA - La Roma batte il Palermo 5-0 e scaccia il fantasma di Totti. I giallorossi hanno dominato la gara, nonostante un inizio influenzato dal caso che ha tenuto banco per tutta la giornata. Lo sfogo del capitano giallorosso non ha condizionato la prestazione dei suoi compagni che hanno dimostrato che Totti è la Roma, ma la Roma non è solo Totti. Ora i giallorossi sono quarti in classifica con 50 punti, a sole due lunghezze dalla Fiorentina, a 6 dal Napoli che ha una partita in meno. I rosanero hanno 26 punti e occupano la 16ª posizione, rientrando nella lotta salvezza. 

IL TABELLINO DELLA GARA: ROMA-PALERMO 5-0

DZEKO, L'ORRORE PRIMA DELLA GIOIALa Roma iniza la partita contratta. Sui volti dei giocatori è palpabile la tensione dovuta al caso Totti. Per mezz'ora la gara si gioca a centrocampo, con i giallorossi che girano il pallone, ma non riescono a essere pericolosi in attacco. Al 28' Dzeko ha sul sinistro il colpo che svolterebbe il match, ma il bosniaco sbaglia una di quelle reti che sembrano imppossibili da sbagliare. Maicon gli offre su un piatto d'argento l'occasione per l'1-0, ma il pallone esce, svirgolato di sinistro finisce a lato del palo lontano. L'Olimpico lo fischia come mai aveva fatto prima, sembra la bocciatura definitiva, ma un minuto più tardi Pjanic gli concede una seconda chance. Dzeko stoppa di petto, riesce a farsi cadere la sfera ancora sul sinistro e punisce il 18enne Alastra. La Roma è in vantaggio e per un attimo Totti in tribuna sembra solo un tifoso e non un capitano tradito. Alla fine del primo tempo Pjanic ha la possibilità di chiudere la gara e di dimostrare che la Roma può esistere senza il suo numero dieci. La punizione dai 20 metri è perfetta, fin troppo, il centrocampista giallorosso mira il palo del portiere e lo prende in pieno.

SECONDO TEMPO - E' una serata stranamente gioiosa per i colori giallorossi. Ad avvio di ripresa Maicon rischia l'eurogol tirando al volo di destro dal cross di Nainggolan, ma il pallone esce di pochissimo sopra la traversa. Un attimo dopo Keita raddoppia e i tifosi tornano a esultare. Il centrocampista maliano si ritrova il pallone tra i piedi dopo il calcio d'angolo battuto da Pjanic, si allunga e di punta trova la rete, la 3ª da quando veste la maglia della Roma. 

TOTTI DIMENTICATO? - Fila tutto, è un ideale passaggio di testimone. Nel giorno peggiore per il loro capitano i giallorossi volano. Al 59' Dzeko premia l'inserimento di Salah che la piazza sul primo palo. Nenanche il tempo di esultare e lo stesso egiziano confeziona una perla: il fantasista si invola, arriva di fronte al portiere, ma non riesce a servire l'attaccante libero in area per l'intervento dell'estremo difensore, Salah ritrova la sfera e dalla linea di fondo trova la porta con un sinistro a giro che entra di diritto tra i gol più belli della stagione. Roma avanti sul 4-0 e Totti può farsi riservare il posto in tribuna anche per le prossime partite.

SPALLETTI: «TOTTI MERITA RISPETTO, MA ANCHE I SUOI COMPAGNI»

STROOTMAN BIS - I dolori del capitano passano inesorabilmente in secondo piano al minuto 78 quando Kevin Strootman, dopo più di un anno, torna a giocare. L'ultima volta era stata 393 giorni fa, all'Artemio Franchi di Firenze dove uscì in seguito a un semplice contrasto di gioco che evidenziò delle complicazioni dovute al precedente intervento al ginocchio sinistro. Edin Dzeko, quando il risultato della partita sembrava ormai andar bene a entrambe le squadre, si è fatto doppiamente perdonare per l'orrore del primo tempo. Perotti, subentrato a Salah, trova l'attaccante bosniaco libero in area che di testa batte per la seconda volta l'incolpevole diciottenne Alastra

LA CLASSIFICA DELLA SERIE A

Tags: RomaPalermoTottiSalahKeita

Tutte le notizie di Serie A

Approfondimenti

Commenti