Tuttosport.com

Roma-Spal 0-2: Petagna e Bonifazi affondano i giallorossi
© LAPRESSE
0

Roma-Spal 0-2: Petagna e Bonifazi affondano i giallorossi

La squadra di Eusebio Di Francesco crolla in casa ed esce tra i fischi dei propri tifosi

sabato 20 ottobre 2018

ROMA - La sosta fa male alla Roma, che crolla in casa con la Spal. La squadra di Semplici, dopo aver rimediato quattro sconfitte consecutive pur giocando bene, risorge all'Olimpico con i gol di Petagna e Bonifazi. I giallorossi invece si fermano sul più bello, dopo quattro vittorie tra campionato e Champions. Ora la squadra di Eusebio Di Francesco dovrà affrontare un difficile tour de force che la vedrà impegnata in casa di Napoli e Fiorentina con il doppio confronto in Europa contro il Cska Mosca in mezzo. Il tecnico della Roma puntava su Dzeko, reduce da una doppietta in nazionale, ma il bosniaco ha fallito diverse occasioni da gol. La Spal non vinceva un match in trasferta di Serie A con almeno due gol di scarto e senza subirne alcuno dal settembre 1965, anche in quel caso contro la Roma.

TANTE ASSENZE - Piccola emergenza per Di Francesco che deve rinunciare a Kolarov, De Rossi, Perotti e Schick. Pastore è recuperato ma va in panchina. In difesa il tecnico fa riposare Manolas e lancia Marcano titolare accanto a Fazio. Sulla sinistra tocca ancora a Luca Pellegrini, con Florenzi a destra. In attacco El Shaarawy e Ünder accanto a Dzeko. La Roma è subito padrona del campo e chiude la Spal nella propria metà campo con un pressing alto. I giallorossi però sono imprecisi sotto porta. La prima occasione è per Dzeko, che al 7' impegna Milinkovic-Savic in una parata non semplice. Il bosniaco al 17' ha un'altra ottima occasione ma spara senza troppa convinzione sui piedi del portiere. La Roma attacca molto dalla parte di El Shaarawy, che però dopo un buon inizio si perde, e sbaglia tutte le giocate.

LA SPAL È CINICA - La Spal si difende senza concedere troppo, ma non si affaccia mai in avanti. Quando trova un varco però, fa subito male: al 36' Lazzari scappa via in velocità e subisce una spinta leggera e ingenua da Luca Pellegrini in area. Pairetto assegna il rigore e ammonisce il terzino della Roma. Dal dischetto Petagna non sbaglia. La Roma accusa il colpo e non riesce a reagire. La Spal chiude il primo tempo in vantaggio con il tabellino che dice 7 tiri in porta a 1 per la Roma. Manca concretezza, e la cosa fa arrabbiare Di Francesco.

BONIFAZI RADDOPPIA - Nel secondo tempo la Roma continua a fare possesso palla, ma non riesce ad alzare il ritmo e mettere in difficoltà la Spal. Al 54' Dzeko sbaglia un'altra grandissima occasione davanti alla porta, sprecando un ottimo assist di El Shaarawy. Due minuti dopo su calcio d'angolo la Spal trova il raddoppio: Bonifazi anticipa Fazio e segna il suo primo gol in serie A. Di Francesco prova a dare una scossa inserendo Kluivert al posto di Cristante. E' sempre la Spal però ad essere pericolosa. Al 63' Olsen nega il 3-0 a Petagna con una grandissima parata. La Roma prova a scuotersi con Lorenzo Pellegrini che al 66' si gira bene e lascia partire un gran tiro da fuori: Milinkovic-Savic riesce a deviarla sull'incrocio dei pali. Al 71' arriva il momento dell'esordio di Coric, che entra al posto di Ünder. La Spal si chiude benissimo e non lascia spazi.

ESPULSO MILINKOVIC-SAVIC - Al 75' Milinkovic-Savic commette un'ingenuità collossale: si prende il giallo perché perde tempo per raccogliere un pallone, e poi subito il rosso perché lo butta fuori con rabbia. Semplici toglie Valoti per inserire il secondo portiere Gomis. Di Francesco si gioca la carta Pastore al posto di Luca Pellegrini. La Roma però ormai si è smarrita: non riesce a creare pericoli alla Spal, anzi rischia di prendere il 3-0 in contropiede. In pieno recupero Olsen compie un altro miracolo su Petagna. I giallorossi escono dall'Olimpico tra i fischi, e non è la prima volta in questa stagione. 

ROMA-SPAL 0-2: TABELLINO E STATISTICHE

 

Roma Notizie Roma News Roma

Commenti

 

Potrebbero interessarti