Tuttosport.com

Atalanta-Inter 4-1: Spalletti travolto dopo 7 vittorie consecutive
© LAPRESSE
0

Atalanta-Inter 4-1: Spalletti travolto dopo 7 vittorie consecutive

Hateboer, Mancini, Djimsiti e Gomez firmano il successo. Inutile il rigore trasformato da Icardi

domenica 11 novembre 2018

Dopo sette vittorie consecutive, l'Inter cade sul campo dell'Atalanta (4-1). La squadra di Spalletti viene colpita dal gol di Hateboer dopo 8 minuti, rischia più volte di prendere il raddoppio, pareggia con Icardi su rigore ma poi si deve arrendere alle reti di Mancini (il terzo consecutivo del difensore), Djimsiti e Gomez. Con questo ko, l'Inter perde contatto dal Napoli e dà l'opportunità alle sue avversarie in zona Champions di accorciare. L'Atalanta, protagonista di un primo tempo stellare, infila la quarta vittoria consecutiva. 

SUPER DEA - Spalletti sceglie Miranda in difesa, De Vrij si accomoda in panchina. A centrocampo c'è Vecino al posto di Joao Mario. In avanti Politano, Icardi e Perisic. Gasperini punta su Gomez e Ilicic ad accompagnare Zapata. 
L'Atalanta parte fortissimo, Handanovic è costretto a superarsi in un paio di occasioni (una soprattutto su Zapata). Ma al 9' il portiere non può nulla sul gol di Hateboer: Gosens va via sulla sinistra e mette dentro l'area un rasoterra forte sul secondo palo, dove il centrocampista si fa trovare pronto, scivolata e palla in porta. Un minuto dopo l'Atalanta colpisce un palo con un batti e ribatti in area, risolto poi da un intervento di piede di Handanovic. L'Inter è in grandissima difficoltà e l'Atalanta spreca diversa occasioni: la più grande con Ilicic, che a porta vuota sbaglia da pochi passi. I padroni di casa si divorano una quantità di palle gol incredibile: l'Inter si salva grazie alle scelte sbagliate degli avversari e ad un Handanovic in versione Superman (su Zapata e Toloi interventi da campione). 

ICARDI NON BASTA - Spalletti non è nemmeno tornato in campo dagli spogliatoi che l'Inter già guadagna un calcio di rigore per fallo di mano di Mancini in area. L'Atalanta protesta (il giocatore è molto vicino a Politano al momento del tocco), ma l'arbitro Maresca non ha dubbi. Icardi va sul dischetto e non sbaglia. Piove sul bagnato per l'Atalanta, già priva di diversi difensori: Toloi è costretto ad uscire per infortunio, entra Castagne. Ma i padroni di casa trovano la forza per tornare in vantaggio: punizione di Ilicic, il colpo di testa di Mancini è potente e preciso. È 2-1. Spalletti si gioca le carte Keita e Vrsaljko per Politano e Miranda. Niente da fare però per i nerazzurri, che all'89' subiscono il 3-1 di Djimsiti, ancora una volta di testa. Nel recupero c'è ancora spazio per l'espulsione di Brozovic per doppia ammonizione e per l'eurogol di Gomez (tiro a giro meraviglioso da fuori area). 

TABELLINO E STATISTICHE

Serie A atalanta Inter

Commenti