Tuttosport.com

Serie A, Chievo-Lazio 1-1: Immobile risponde a Pellissier
© Getty Images
0

Serie A, Chievo-Lazio 1-1: Immobile risponde a Pellissier

I biancocelesti non vanno oltre il pareggio al Bentegodi e scivolano al quinto posto, scavalcati dal Milan

domenica 2 dicembre 2018

ROMA - La sfuriata di Lotito non è servita. La Lazio non si riscatta dopo la figuraccia in Europa League e non va oltre il pareggio in casa del Chievo ultimo in classifica. Anche se quella di Di Carlo è un'altra squadra, capace di fermare il Napoli al San Paolo domenica scorsa, i biancocelesti hanno le loro colpe. La squadra di Inzaghi ha buttato il primo tempo, passando in svantaggio, poi si è svegliata nella ripresa e ha messo sotto il Chievo, sfiorando anche la rimonta. A fermare Immobile è stato il palo: il bomber biancoceleste poteva agganciare Ronaldo a quota 10, invece al Bentegodi ci si è messa anche la sfortuna. Ora il Milan è al quarto posto da solo e i biancocelesti, dopo tre pareggi consecutivi, scivolano al quinto posto.

LE SCELTE DI INZAGHI - Con Luis Alberto out, Inzaghi sceglie Correa accanto a Immobile. Caicedo si accomoda in panchina. Di Carlo per il debutto in casa sceglie di confermare la squadra che è riuscita a fermare il Napoli al San Paolo.

CHIEVO, PARTENZA SPRINT - Il Chievo parte fortissimo e mette paura alla Lazio dopo una manciata di secondi: Pellissier anticipa Radu nell'area piccola ma Strakosha si fa trovare pronto. È comunque un campanello d'allarme per Simone Inzaghi. La sua Lazio soffre il pressing del Chievo, rigenerato dalla cura Di Carlo. I biancocelesti non riescono mai ad affacciarsi dalle parti di Sorrentino e la partita, con molte interruzioni, stenta a decollare. Al 17' il primo timido tentativo della Lazio è con un tiro dal limite centrale di Badelj.

PELLISSIER GOL - Al 25' il Chievo passa in vantaggio, con un contropiede perfetto, orchestrato da Birsa e finalizzato da Pellissier. I biancocelesti sono la vittima preferita del bomber 39enne, che arriva a quota 8 gol ed esulta abbracciando il figlio, raccattapalle a bordo campo. La Lazio è in bambola, non reagisce, mentre il Chievo continua a correre. I biancocelesti si svegliano solo dopo la mezz'ora: al 34' Correa di testa non inquadra la porta, due minuti dopo Parolo calcia di poco alto. Troppo poco comunque per impensierire Sorrentino e rimettere la partita sui binari giusta.

LA LAZIO SI SVEGLIA - Nella ripresa Inzaghi lascia negli spogliatoi Radu e inserisce Caicedo, passando al 4-3-1-2. Strakosha rischia subito grosso rinviando addosso a Pellissier, ma riesce a rimediare. La Lazio comunque gioca meglio rispetto al primo tempo. Al 54' grande occasione di Immobile, dopo un'ottima giocata di Correa: Sorrentino salva con una grande parata. Il tecnico biancoceleste inserisce Patric al posto di Marusic. La squadra di Inzaghi comunque si è svegliata e costringe il Chievo nella propria metà campo.

PARI IMMOBILE - Al 66' Immobile firma il pareggio con un gran gol dopo un bello scambio con Correa. Dieci minuti dopo Immobile sfiora la doppietta e la rimonta, ma a fermarlo è il palo, che respinge un diagonale perfetto di sinistro. All'81' ancora grande occasione per la Lazio, con un tiro da fuori di Badelj che sfiora il palo. Sorrentino guarda la palla uscire con il fiato sospeso. La Lazio spinge al massimo e schiaccia il Chievo. Al 90' Pellissier rischia di beffare la Lazio, ma sbaglia il controllo davanti alla porta. Finisce così, con un pari che non fa bene alla Lazio. Può sorridere invece Di Carlo, che soffre ma conquista il secondo pareggio consecutivo con due big.  

CHIEVO-LAZIO 1-1: TABELLINO E STATISTICHE

Commenti