Tuttosport.com

Prandelli:
© www.imagephotoagency.it
0

Prandelli: "Lo spodestamento della Juve sarebbe un bene"

L'ex allenatore del Genoa, con un passato in bianconero da calciatore, si augura maggior equilibrio in campionato: "Il Napoli è molto vicino. Servirebbero tante squadre che lottano fino alla fine"

martedì 10 settembre 2019

TORINO – Il suo passato da calciatore della Juventus è ormai lontano decenni e così Cesare Prandelli si augura che il dominio bianconero si interrompa, prima o poi: “La storia nel calcio insegna che non vinci sempre con un grande monte ingaggi – dice l'ex allenatore del Genoa a Radio Punto Nuovo - sono sempre più convinto che, se una squadra riesce a migliorarsi ogni anno sotto l'aspetto tecnico, può raggiungere grandi obiettivi. Il Napoli ha dimostrato di avere una solida base societaria, ha trattenuto giocatori e si è migliorata nei ruoli che Ancelotti riteneva necessari”.

Prandelli: "Lo spodestamento della Juve farebbe bene a tutti"

Per lo scudetto, quindi, Prandelli confida in qualche sorpresa: “Le favorite sono Juventus, Napoli e Inter. Il Napoli è molto vicino alla Juve. Un spodestamento dal trono della Juventus farebbe bene a tutti, meno che ai tifosi bianconeri. Da tifoso del calcio, vorrebbe dire avere molte squadre competitive che lottano fino alla fine, un grande interesse e grande partecipazione ed entusiasmo dei tifosi".

Poi, da ex commissario tecnico dell’Italia, promuove Roberto Mancini allenatore azzurro: “Il gruppo è eccezionale, ci sono molti giovani in un progetto tecnico vincente. Tra qualche anno avranno più maturità, esperienza e consapevolezza. Si arriverà agli Europei con esuberanza, voglia di arrivare e dimostrare. Il lavoro è eccellente”.

Caricamento...