Torino-Juve, la moviola: braccio di De Ligt da rigore per i granata nel primo tempo

L’intervento del centrale dei bianconeri sarebbe stato da punire con il penalty perché il braccio dell’olandese, che cerca di ritrarlo ma in ritardo, non era aderente al corpo

Due proteste per due falli di mano nel primo tempo. La prima è da parte dei giocatori della Juventus, al 10’, per un tiro di Matuidi deviato da Meite in area granata con il gomito. L’arbitro Doveri lascia correre e dopo un consulto audio con il Var conferma la decisione, giustamente: il centrocampista del Torino usa il gomito per proteggersi, lo tiene aderente al corpo e davanti allo stomaco.

 

All'11' braccio di De Ligt in area: era rigore per il Torino

Un minuto più tardi, all'11’, sono invece i giocatori granata a protestare. Su azione da calcio d’angolo c’è un cross corto e dopo una sponda di Belotti la palla viene deviata con il braccio destro da De Ligt all’altezza del primo palo. Anche stavolta l’arbitro lascia correre e poi conferma la decisione dopo consulto audio con il Var. In questa occasione però l’intervento sarebbe stato da punire con il calcio di rigore perché il braccio dell’olandese, che cerca di ritrarlo ma in ritardo, non era aderente al corpo e sarebbe stato da considerare in posizione innaturale. Al 20’ della ripresa in area granata Ronaldo tocca col gomito al corpo Izzo, che crolla a terra. Contatto veniale che Doveri fa cenno di aver visto. Giustamente annullato per fuorigioco il gol di Bremer al 48’.

Palla sul braccio di De Ligt in area, il Torino chiede un rigore
Guarda la gallery
Palla sul braccio di De Ligt in area, il Torino chiede un rigore

Commenti