Roma-Udinese 0-2: Fonseca ancora ko, l'Atalanta scappa a +12

0

Lasagna e Nestorovski condannano i giallorossi con un gol per tempo: rosso a Perotti alla mezz’ora per un brutto fallo su Becao. Il quarto posto è un miraggio

Roma-Udinese 0-2: Fonseca ancora ko, l'Atalanta scappa a +12
© Getty Images
giovedì 2 luglio 2020

ROMA - Il rosso a Perotti alla mezz’ora, l’ingresso di Dzeko soltanto negli ultimi venti minuti. Una Roma rimaneggiata ed evanescente, solo a tratti pericolosa - soprattutto con Carles Perez - crolla in casa contro l’Udinese, che passa con i gol di Lasagna e Nestorovski. Fonseca centra il secondo ko di fila, a pochissimi giorni dal 2-0 contro il Milan, resta al quinto posto in solitaria in virtù della sconfitta del Napoli a Bergamo ma si allontana ulteriormente dal sogno Champions, delimitato dall’Atalanta distante 12 punti, e raggiungibile solo con la vittoria di Europa League. E la prossima sarà proprio al San Paolo, con i giallorossi che domenica sera faranno visita alla squadra di Gattuso. Gotti fa 31 e si allontana dalla zona retrocessione.

Roma-Udinese 0-2: tabellino e statistiche

Classifica Serie A

Gol di Lasagna, rosso a Perotti

Sorpresa Kalinic per Fonseca. L’ex Atletico Madrid fa rifiatare Dzeko al centro dell’attacco romanista e si rende subito protagonista di una potenziale occasione da gol, fermata per offside. I giallorossi fanno girare il pallone, ma è l’Udinese a sbloccare il risultato al 12’: De Paul calcia malissimo e serve inavvertitamente Lasagna, lestissimo a sorprendere Mirante per l’1-0 di Gotti. Alla mezz’ora altro episodio chiave con il rosso a Perotti, cacciato da Guida per un brutto intervento sulla caviglia di Becao. Strano a dirsi, ma la vera Roma esce allo scoperto in inferiorità numerica. Prima la traversa di Cristante su una notevole incursione di Carles Perez, poi il miracolo di Musso sul destro di Under. Nel finale di primo tempo il provvidenziale salvataggio di Kolarov nega il raddoppio ai bianconeri che stavano per approfittare dello sconsiderato errore di Bruno Peres. 

Nestorovski sigilla il match al 78’

La ripresa si apre con un cambio per parte: Lasagna lascia il posto a Teodorczyk per un problema muscolare accusato prima di entrare negli spogliatoi, Mkhitaryan subentra invece a Under. L’unico giallorosso che tenta in qualche modo di riportare il match sui giusti binari è Carles Perez: l’ex Barça si prende la scena con una doppia conclusione, ma altrettanto fa Musso che risponde presente e mantiene il risultato invariato. Okaka spreca, Teodorczyk no però la bandierina dell’assistente non perdona. Il momento di Dzeko arriva solo al 72’, troppo tardi per cambiare l’inerzia della partita. Anche perché c’è un De Paul in serata di grazia. Suo il pregevole assist che spalanca a Nestorovski il facile 2-0 che chiude i giochi dell’Olimpico al 78’.

Caricamento...