Torino-Roma 2-3: a Longo non bastano Berenguer e Singo

0

I granata vanno in vantaggio con lo spagnolo, ma vengono rimontati da Dzeko e Smalling. Diawara segna di rigore, inutile la prima gioia dell'esterno classe 2000. Fonseca blinda il quinto posto

Torino-Roma 2-3: a Longo non bastano Berenguer e Singo
© www.imagephotoagency.it
mercoledì 29 luglio 2020

TORINO - Torino-Roma è la partita degli esperimenti (Longo cambia in ogni reparto) e la festa del gol. Finisce 3-2 per i giallorossi tra sorpassi, controsorpassi e rimonte che tengono vivi la gara fino alla fine. Fonseca blinda il quinto posto ed evita aritmeticamente i preliminari di Europa League andando a +4 sul Milan sesto (67 a 63 punti), mentre i granata offrono una buona prestazione senza la preoccupazione della classifica (salvezza già raggiunta). Da sottolinerare il primo gol di Singo (classe 2000, 20 anni il prossimo 25 dicembre), all'esordio da titolare.

Il tabellino di Torino-Roma

La classifica di Serie A

Apre Berenguer, poi Smalling-Dzeko

Con la salvezza in tasca Longo fa qualche esperimento: in porta gioca Ujkani, a centrocampo come esterno destro corre Singo e in attacco non c'è Belotti, ma Zaza con Verdi e Berenguer. La Roma è più o meno quella tipo (solo Cristante per Veretout) e ha un obiettivo in testa: blindare il quinto posto per evitare i preliminari di Europa League. Le motivazioni spingono la squadra di Fonseca all'assalto da subito e all'8' Spinazzola sbaglia a tu per tu con Ujkani. I giallorossi però si sbilanciano e al 14' incassano il gol del Toro: Berenguer scappa, salta Pau Lopez e mette dentro l'1-0. Il vantaggio dura appena due minuti perché Dzeko non sbaglia dopo l'intesa con Mkhitaryan e pareggia subito. Al 24' ecco il sorpasso: da calcio d'angolo arriva puntuale la capocciata di Smalling che infila Ujkani e chiude il primo tempo sull'1-2.

Diawara di rigore, gioia Singo

Lyanco non rientra in campo, c'è Djidji. Cambio non fortunato perché il centrale stende Dzeko in area al 60' e regala alla Roma il calcio di rigore che Diawara, in assenza dello specialista Veretout, trasforma. Ma il Toro non si arrende, Verdi pareggia il conto dei pali dopo quello colpito da Kolarov e la cavalcata di Singo al 66' è una sfuriata incontenibile che culmina con la rete del 3-2. Nella circostanza, Pau Lopez non è perfetto e anzi manca la presa a terra. Fonseca si gioca la carta Zaniolo, Longo quella Belotti, ma di pericoli ne arrivano pochi e la festa del gol finisce sul 3-2 per la Roma.

Torino Roma Serie A

Caricamento...