Coronavirus De Laurentiis, da Agnelli a Cairo: ecco che sta succedendo

0

La positività del presidente del Napoli ha provocato una serie di accorgimenti necessari per gli altri partecipanti all'assemblea della Lega A di mercoledì

Coronavirus De Laurentiis, da Agnelli a Cairo: ecco che sta succedendo
giovedì 10 settembre 2020

TORINO - La positività al Coronavirus del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis sta provocando un effetto domino per tutti i membri dell'assemblea della Lega di Serie A di ieri all'hotel Hilton di Milano, che ha visto la partecipazione di rappresentanti dei 20 club del massimo campionato. Il presidente della Juventus Andrea Agnelli "sta osservando le buone pratiche previste dai protocolli" sanitari, come si apprende da fonti vicine al club bianconero. Anche il presidente del Torino, Urbano Cairo, sta seguendo "tutti i comportamenti corretti" per chi ha avuto contatti con persone positive al Coronavirus. Lo si apprende da fonti della società granata.  

Barone e Commisso junior in isolamento

Sono in isolamento presso le loro abitazioni, in attesa dell'esito del tampone, i due dirigenti della Fiorentina Joe Barone e Joseph Commisso, figlio del presidente viola Rocco Commisso, che ieri hanno partecipato alla riunione di Lega. La decisione di mettersi in isolamento e di aspettare l'esito del tampone, a quanto si è appreso da ambienti vicini alla Fiorentina, è stata presa dai due dirigenti autonomamente, a scopo cautelativo e in assenza di sintomi. La delegazione dell'Inter in Lega Serie A composta dagli amministratori delegati Beppe Marotta e Alessandro Antonello e l'avvocato Angelo Capellini, non hanno invece avuto alcun contatto ravvicinato con il presidente De Laurentiis. Marotta, Antonello e Capellini hanno preso parte ieri all'assemblea di Lega a Milano. E' stata ampiamente rispettata la distanza di sicurezza ma, comunque, per i prossimi giorni sarà mantenuto un atteggiamento di grande prudenza da parte dei tre rappresentanti nerazzurri.

Benevento, Vigorito in aereo con De Laurentiis dopo l'assemblea

In seguito alla positività del presidente del Napoli è arrivato un comunicato del Benevento riguardante il presidente Oreste Vigorito, rientrato con l'aereo privato del presidente degli azzurri dopo l'assemblea della Serie A: "Il presidente Oreste Vigorito, nella mattinata di ieri, ha partecipato all'assemblea della Lega di A, al termine del quale è stato invitato dal presidente De Laurentiis a tornare a Napoli con il suo aereo privato. Accettato l'invito, hanno fatto rientro a Capodichino. Solo stamattina alle 6,50 il presidente Vigorito ha ricevuto la comunicazione dalla Lega Calcio della positività al Covid-19 di De Laurentiis. Ha subito provveduto ad informare il suo medico e a mettersi in quarantena cautelativa, in isolamento, nella sua abitazione. Effettuerà domani il tampone e resterà in attesa dell’esito secondo i termini di legge. Il presidente Vigorito, che è in ottime condizioni fisiche ed è tranquillissimo anche perché nei contatti avuti con De Laurentiis ha sempre rispettato le distanze utilizzando la mascherina, ha annullato gli impegni di lavoro programmati e si scusa con tutti gli organi di stampa che avrebbero voluto intervistarlo, ma preferisce evitare ulteriori dichiarazioni al di là del comunicato ufficiale della società. Ringrazia, infine, tutti coloro, i tantissimi tifosi in particolare, che in queste ore gli stanno facendo arrivare attestati di solidarietà".

La nota della Lega Serie A

Di seguito ecco la nota della Lega in merito alla positività del presidente del Napoli, De Laurentiis: "La Lega Serie A, a seguito della segnalazione ricevuta ieri sera alle 20.00 dal Presidente De Laurentiis della propria positività al Covid-19, comunica di aver prontamente informato tutti i partecipanti all'Assemblea generale, svoltasi ieri nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19 e del distanziamento sociale. A scopo prudenziale il Presidente Paolo Dal Pino, in assenza di sintomi, ha deciso di porsi in isolamento seguendo le indicazioni previste dal protocollo sanitario".

La reazione di Malagò

"Aurelio è un amico di famiglia, gli sono vicino e lo abbraccio. Non ne so niente, solo quello che ho letto ma c'è qualcosa che non mi quadra. Se è tutto quello che ho visto, mi sembra che qualcosina non abbia funzionato a dovere". Queste le parole del presidente del Coni Giovanni Malagò, in merito alla positività del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. "Se c'è stato un focolaio all'interno di un raduno o alcuni componenti che hanno frequentato certi posti, il protocollo è chiarissimo, se c'è qualcuno che ha trasgredito c'è una responsabilità a tutti i livelli", ha aggiunto a margine della Giunta informale del Coni.

Sibilia: "Sono perplesso"

"De Laurentiis positivo al COVID-19? Da ciò che leggo, avendo partecipato ieri all'Assemblea di Lega, al di là degli auguri di rito, sono molto perplesso. Ovviamente spero che tutto si risolva nel più breve tempo possibile ma la questione è da attenzionare. Come Lega Dilettanti noi dobbiamo essere molto responsabili". Così, ai microfoni di Radio Marte, il presidente della Lega Nazionale DIlettanti, Cosimo Sibilia. "I dipendenti della Lega stanno adoperandosi per fare l'accertamento che riguarda il COVID-19 - ha aggiunto - sono monitorati. Rischio per la ripresa del campionato? Per i Dilettanti si inizierà il 27 settembre non più con la Coppa Italia ma con il campionato. Per quanto riguarda le altre leghe dipende dall'autonomia delle singole entità". "Da persona responsabile io non posso non essere in apprensione - ha proseguito Sibilia - ovviamente spero che tutto si possa risolvere per il meglio. Il dato indicativo lo avremo quando riapriranno le scuole. Io sono moderatamente preoccupato ma affido queste riflessioni che facciamo alle autorità governative e sanitarie. Il periodo è complicato e difficile".

Milan, Scaroni farà il tampone

Non ci sono stati contatti stretti tra il presidente del Milan Paolo Scaroni, presente ieri all'assemblea di Lega Serie A all'Hotel Hilton di Milano, e il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis risultato positivo al Covid. Per Scaroni non è quindi necessario l'isolamento. Solo a scopo precauzionale, secondo quanto si apprende da fonti vicine al club rossonero, Scaroni si sottoporrà domani a tampone.

Caricamento...