Roma-Juve, Sport e Salute dona i biglietti agli operatori sanitari

Il presidente Cozzoli darà i tagliandi al personale del Policlinico di Tor Vergata, dell'ospedale del Celio e alla società dilettantistica Calciosociale, tutti impegnati nella lotta al Coronavirus

© Bartoletti

ROMA - Sport e Salute destina la sua quota di biglietti per Roma-Juve di domenica all'Olimpico, quando saranno ammessi mille tifosi, al personale di strutture sanitarie e sociali in prima linea nella lotta al Coronavirus nella Capitale. Il presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, ha invitato il personale del Policlinico di Tor Vergata di Roma e quelli dell'ospedale militare del Celio che si sono contraddistinti per il loro impegno nella cura e nel contrasto al Covid-19. I due ospedali, con i loro reparti destinati al Coronavirus, sono stati un punto di riferimento nei momenti più difficili della pandemia in corso e continuano a fornire un valido supporto nell'assistenza dei casi positivi nel Lazio.

C'è anche Calciosociale

La società dilettantistica Calciosociale, da tempo impegnata nel quartiere romano del Corviale, è invece stata di supporto in maniera volontaria alle famiglie e ai ragazzi della zona. Non solo per chi abitualmente frequenta la società, ma anche per le famiglie e gli anziani che hanno chiesto un aiuto. Calciosociale ha fornito supporto psicologico, consegnato alimenti e cibo per famiglie in difficoltà di un quartiere periferico di Roma.

Roma-Juve e Lazio-Inter, ammessi 1000 tifosi all'Olimpico
Guarda il video
Roma-Juve e Lazio-Inter, ammessi 1000 tifosi all'Olimpico

Commenti