Torino-Crotone 0-0: i granata non tirano mai in porta

Un palo scaturito da un tiro-cross sbagliato e niente più per la squadra di Giampaolo

© LAPRESSE

Il Toro riesce nell’impresa di non tirare nella porta del Crotone (il pallone deviato sul palo da Cordaz scaturisce da un tiro cross) e vanifica con uno scialbo 0-0 i progressi emersi a Genova. Uno, due, ma anche tre i passi indietro compiuti dai granata, apparsi fiaccati nel fisico e annebbiati nelle idee. Per lunghi tratti è infatti il Crotone che, pur non stupendo per qualità del gioco, ha comunque in mano il pallino della manovra. La speranza, per Giampaolo, è che i suoi abbiano pagato la stanchezza dopo il recupero di mercoledì.

Poco spettacolo

Davvero povera la prima frazione: latita il gioco e con esso le conclusioni. La prima è di marca crotonese al 47’, e l’autore è un Pedro Pereira fino a quel momento deludente: a pochi secondi dall’intervallo il portoghese lascia partire un pallone diretto sotto la traversa, Sirigu vola a deviare mantenendo la gara in equilibrio. In precedenza il nulla o quasi: da registrare Vulic che si lascia andare nell’area granata ricevendo un cartellino giallo (5’ pt), Belotti che cinque minuti dopo è contratto al momento di calciare verso Cordaz da Magallan (un mastino anche cattivo, l’argentino, nella marcatura del Gallo), e Lukic che dopo essere andato via con grande eleganza a Reca non riesce a trovare l’assist decisivo per il centravanti granata. Il Toro mette in campo poca di quella veemenza che contro il Genoa aveva fatto la differenza, e che era stata eredità delle buone prestazioni disputate contro Sassuolo e Lazio. Sulla destra Vojvoda fatica nelle letture difensive, mentre Verdi prosegue la crescita sotto il punto di vista della disponibilità nel contenimento, ma continua a non trovare la giocata risolutiva. Problemi di giocata in uscita dal pressing crotonese sono evidenziati da Meité, più volte in difficoltà nel palleggio, nella fase di costruzione del gioco. E anche Lukic perde la polvere magica che ne aveva esaltato le partite, di recente.

Palo Toro

Nel corso della ripresa gli ingressi scaglionati dei vari, Singo, Rodriguez, Gojak, Bonazzoli e Ansaldi non aggiungono al Toro quanto Giampaolo avrebbe sperato. Al 38’ l’occasione che, per quanto casuale, avrebbe potuto premiare i granata: il tiro cross di Gojak è prima deviato di testa da Reca, quindi con la mano da Cordaz e finisce per carambolare sulla parte interna del palo. Sarebbe servito un pizzico di fortuna, al Toro, o anche solo la precisione di Bonazzoli (tiro fuori da ottima posizione dopo un assist di Belotti, al 46’), per venire a capo con cinismo della gara contro il Crotone. Che da parte sua stramerita il pari, il secondo dopo quello contro la Juve, e sale a due punti. Cinque, a parità col Genoa, quelli della squadra di Giampaolo che adesso come tutte si ferma per la sosta.

Commenti