Sampdoria-Udinese 2-1: De Paul non basta, Ranieri rimonta con Candreva e Torregrossa

Dopo i miracoli di Audero su Lasagna e Mandragora, la traversa dell'argentino è il preludio al vantaggio friulano. I blucerchiati ribaltano il match col cucchiaio su rigore dell'ex Juve e col colpo di testa del neo-acquisto

Sampdoria-Udinese 2-1: De Paul non basta, Ranieri rimonta con Candreva e Torregrossa© LAPRESSE

GENOVA - L'Udinese accarezza a lungo il sogno di ritrovare un successo che le manca da oltre un mese (il 3-2 al Grande Torino dello scorso 12 dicembre), trascinata da Rodrigo De Paul che, dopo aver centrato in pieno la traversa in chiusura di primo tempo, trova l'1-0 al 55'. Ranieri, tenuto a galla dai miracoli di Audero, ridisegna la Samp dopo lo svantaggio e, raggiunto il pareggio col cucchiaio di Candreva su calcio di rigore al 67', ottiene la posta massima grazie al gol all'esordio di Torregrossa all'81'. I blucerchiati salgono così provvisoriamente al decimo posto della classifica con 23 punti, i friulani restano fermi a 16 (+3 sulla zona retrocessione).

Il cucchiaio di Candreva e Torregrossa all'esordio: rimonta Samp con l'Udinese
Guarda la gallery
Il cucchiaio di Candreva e Torregrossa all'esordio: rimonta Samp con l'Udinese

Le scelte di Ranieri e Gotti

Claudio Ranieri non rinuncia al 4-4-2 e disegna la linea difensiva a protezione di Audero con Bereszynski, Yoshida, Colley ed Augello. Le chiavi del centrocampo orfano di Jankto per squalifica sono affidate ad Adrien Silva ed Ekdal, con Candreva e Damsgaard sulle corsie esterne, mentre in attacco agisce la coppia Verre-Quagliarella. Solo panchina per il neo-acquisto Torregrossa. È invece il 3-5-1-1 la risposta di Luca Gotti: il tecnico bianconero, davanti a Musso, schiera il terzetto Becao-Bonifazi-Samir. In mediana ci sono De Paul, Walace e Mandragora, con Stryger Larsen largo a destra e Zeegelaar sul lato opposto. In avanti, confermato l'ex Juve Pereyra trequartista a supporto del terminale offensivo Kevin Lasagna.

Audero show e traversa di De Paul: Samp-Udinese 0-0

Dopo qualche minuto di studio, il match si accende al quinto giro di lancetta: uno strappo poderoso di Zeegelaar sull'out mancino costringe ad un'affannosa rincorsa Yoshida, poi sul servizio a rimorchio per Lasagna è strepitosa l'opposizione di Audero. L'occasionissima fallita dall'Udinese cambia volto alla partita, che per una breve fase è un monologo a tinte bianconere: l'attaccante ex Carpi è pericoloso anche all'8', ma una posizione di fuorigioco tiene la Sampdoria al riparo da spiacevoli sorprese. I padroni di casa si fanno notare coi puntuali cross di Augello, spina nel fianco friulano, e con un tentativo di Damsgaard, murato in extremis. Tra il 19' e il 22' i ragazzi di Gotti si riappropriano del pallino del gioco, trascinati dalla tecnica di De Paul, ma Lasagna non trova la deviazione vincente da due passi, quindi la controrisposta blucerchiata porta la firma di Verre, con un mancino dal limite facile preda di Musso (26'), e Quagliarella, che esalta i riflessi del portiere argentino dopo l'ottimo assist di Candreva (28'). Al 29', però, a tenere in vita la Samp, è ancora l'estremo difensore scuola Juve Emil Audero: l'italo-indonesiano, da terra, è protagonista di un autentico miracolo sulla conclusione ravvicinata di Rolando Mandragora dopo il salvataggio di Yoshida su Lasagna. Al 35' e al 38' ci riprova il classe '92 di San Benedetto Po, ma a far tremare la porta doriana è De Paul al 41', il cui tiro si stampa contro la traversa. 

Candreva e Torregrossa rispondono a De Paul: 2-1 Samp

Si riparte senza cambi e l'Udinese dà la sensazione di tenere meglio il campo e di cercare con maggior convinzione la rete del vantaggio, nonostante una magia di Quagliarella che mette in moto Candreva, con conseguente scarico su Augello, porti ad un cross che attraversa pericolosamente l'area friulana. Smaltito lo spavento, gli ospiti passano al 55': la percussione centrale di De Paul trova prima l'opposizione di Colley, poi l'ennesimo miracolo di Audero, che nulla può però sul terzo tentativo del talentuoso centrocampista argentino. Ranieri prova a dare ai suoi una scossa e richiama Damsgaard, Verre Quagliarella accanto a sé in panchina, gettando nella mischia Thorsby, Keita e il nuovo acquisto Torregrossa, e l'occasionissima prodotta dal neoentrato norvegese, su cui si oppone Samir col petto, sembra dar ragione al tecnico blucerchiato. Segue un calcio d'angolo, sui cui sviluppi il contatto Mandragora-Candreva porta ad un inevitabile calcio di rigore in favore della Samp: lo stesso 54 volte nazionale italiano si presenta sul dischetto e firma il gol dell'ex con un cucchiaio che non lascia scampo a Musso (67'). Gaston Ramirez per Adrien Silva da una parte (con passaggio al 3-4-1-2), Arslan per Mandragora dall'altra: in mezzo, il tentativo dalla distanza di De Paul che termina di poco alto sopra la traversa. Blucerchiati pericolosi con Colley (di testa), Keita (violento mancino) e Candreva (murato dalla distanza), preludio al sorpasso di Torregrossa che, all'esordio, trova il 2-1 con una splendida deviazione aerea sul cross di Augello (81'). L'Udinese ha una chance importante con Pereyra, che non riesce a calciare da ottima posizione, mentre Gotti sbilancia i suoi inserendo Nestorovski Molina in luogo di Walace Stryger Larsen (Askildsen per Ekdal la risposta di Ranieri). Nel finale, coi bianconeri che si riversano in avanti a caccia del pari, Keita si divora il tris (93').

Serie A, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti