Udinese-Atalanta 1-1: Gasperini fallisce il salto al terzo posto

Il flash di Pereyra dopo neanche 30'' dall'inizio della partita (recupero della 10ª giornata) complica i piani della Dea, che pareggia con Muriel ma che vede sfumare il sorpasso a Juve, Roma e Napoli

Udinese-Atalanta 1-1: Gasperini fallisce il salto al terzo posto© ANSA

UDINE - Poteva essere la partita dell'aggancio dell'Atalanta al terzo posto solitario e invece l'Udinese va in vantaggio con Pereyra dopo neanche trenta secondi e costringe la Dea ad una faticosa rincorsa, che alla fine si chiude con un pareggio. Finisce 1-1 il recupero della decima giornata di Serie A (partita rinviata il 3 dicembre per impraticabilità del campo), un punto che fa più comodo a Gotti, ora a 17 punti e a +4 sul Torino terzultimo, che a Gasperini. I nerazzurri falliscono il sorpasso a Juve, Roma e Napoli e restano sesti a 33.

Pereyra gol dopo 24", l'Atalanta pareggia ma non sfonda il muro Udinese
Guarda la gallery
Pereyra gol dopo 24", l'Atalanta pareggia ma non sfonda il muro Udinese

Lampo Pereyra, Muriel pareggia

Stavolta nessun nubifragio si abbatte sulla Dacia Arena, come successo il 3 dicembre scorso, e allora Udinese-Atalanta si può giocare. Dopo poco più di 20 secondi la squadra di Gotti è già in vantaggio: spunto di Pereyra sulla destra che accelera fino in area di rigore e batte di esterno Gollini. Doccia fredda per Gasperini. Gli attacchi della Dea arrivano sì, ma in modo confusionario e non spaventano la difesa bianconera. Al 35' ci prova il neoacquisto Maehle di destro al volo, Musso è miracoloso con la mano di richiamo. Il portiere si ripete anche sulla discesa di Toloi e questa volta para coi piedi. Dall'altra parte Gollini rischia di combinarla grossa quando perde il pallone e atterra Pereyra: per arbitro e Var non è rigore. Sull'azione dopo l'Atalanta pareggia: slalom gigante di Muriel che salta tutti e spara in porta l'1-1 al 44', prima dell'intervallo.

Ilicic e Zapata nulli, Gasperini fallisce l'aggancio al terzo posto

Gasperini non può più aspettare e poco prima del 60' opta per il triplo cambio: Gosens, Ilicic e Zapata dentro per Hateboer, Miranchuk e Muriel. Nonostante l'artiglieria pesante nerazzurra in campo, arriva da Romero il campanello d'allarme per l'Udinese con un colpo di testa che esce di pochissimo: è il sintomo di un'Atalanta non brillante, che fatica ad esprimersi come al suo solito e che non trova idee e linee di gioco per merito dell'attenzione difensiva dei bianconeri. In poche parole la partita è brutta. Gasp si gioca anche la carta Freuler, Gotti invece sceglie Deulofeu, Molina e De Maio. Nessuno sposta gli equilibri, l'1-1 resiste fino alla fine.

Serie A, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti