Diritti tv, Serie A spaccata: l'offerta di Dazn non passa

Solo 11 voti favorevoli e 9 astenuti, tutto rimandato alla prossima assemblea di Lega per l'assegnazione dei diritti

Diritti tv, Serie A spaccata: l'offerta di Dazn non passa© © Roberto Garavaglia/ag. Aldo Liverani sas

La Lega di Serie A, come da agenda, si è riunita oggi, venerdì 26 febbraio, per discutere dell'assegnazione dei diritti tv del campionato di A 2021/2024. Il summit si è concluso con un nulla di fatto e con un nuovo rinvio, come era possibile immaginare. Fumata grigia, dunque, perché l'offerta di Dazn da 840 milioni di euro a stagione per trasmettere 7 gare in esclusiva e 3 in co-esclusivaha raccolto soltanto 11 voti favorevoli (Atalanta, Cagliari, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma e Udinese) su un minimo di 14 necessari. Nella votazione sono stati 9 i club astenuti. Tutto rimandato alla prossima assemblea.

Serie A, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...