Udinese-Spezia 2-3: Verde-Gyasi-Maggiore, Thiago Motta conquista la salvezza

Padroni di casa avanti con Molina, poi l'infortunio di Reca e l'ingresso di Salva Ferrer cambiano il volto della sfida: i liguri si regalano l'aritmetica permanenza in Serie A
Udinese-Spezia 2-3: Verde-Gyasi-Maggiore, Thiago Motta conquista la salvezza© ANSA

UDINE - Bastava un pareggio per festeggiare la salvezza anticipata, è arrivato un prestigioso successo: lo Spezia di Thiago Motta batte 3-2 in rimonta l'Udinese alla Dacia Arena e si regala la permanenza in Serie A. Padroni di casa in vantaggio dopo 26' grazie al bellissimo destro a giro di Molina, al settimo centro stagionale, i liguri ribaltano il match dopo l'avvicendamento Reca-Salva Ferrer al 31': l'ingresso dello spagnolo crea scompiglio sull'out mancino e dai suoi piedi nascono prima il pareggio di Verde al 35', poi il sorpasso di Gyasi al terzo di recupero della prima frazione. In avvio di ripresa è Maggiore a far scattare l'esultanza scatenata della panchina spezzina, nel finale Manaj spara in curva il rigore del poker e Pablo Marì accorcia le distanze per i bianconeri.

Lo Spezia batte 3-2 l'Udinese: Thiago Motta conquista la salvezza
Guarda la gallery
Lo Spezia batte 3-2 l'Udinese: Thiago Motta conquista la salvezza

Lo Spezia batte 3-2 l'Udinese: Thiago Motta festeggia la salvezza

Lo Spezia parte fortissimo alla Dacia Arena e dopo il primo squillo firmato Manaj, che al 3' centra l'esterno della rete, al 9' serve la super risposta di Silvestri per negare il vantaggio ad Agudelo. L'Udinese si affaccia dalle parti di Provedel al 16' con il colpo di testa di Pablo Marì su corner di Deulofeu che non inquadra lo specchio, quindi ci provano in sequenza Pussetto con un tiro a giro al 17', Nuytinck che prova a sfondare al 18' (ammonito per simulazione, seguito un minuto dopo da Gyasi, che era diffidato) e Perez al 24', murato dalla difesa ligure. Un minuto più tardi, sul secondo tentativo dell'argentino in Friuli in prestito dall'Atletico Madrid, cambia il risultato: Udogie chiede invano il gol dopo la risposta del portiere spezzino alla sua zuccata nel cuore dell'area piccola, quindi serve involontariamente l'assist a Molina, che trova l'angolo lontano con un imparabile destro a giro. Al 31' va ko Reca: l'ingresso di Salva Ferrer cambia completamente il volto della sfida. Il 24enne spagnolo impiega appena 4' per scappare via a Pablo Marì sull'out mancino e scodellare in mezzo per Verde un pallone da spingere soltanto dentro. 1-1, ma non è finita: Silvestri smanaccia su Agudelo al 40' quindi, al terzo di recupero, è ancora Ferrer a strappare il pallone al connazionale di proprietà dell'Arsenal e servire Gyasi in mezzo il quale, dopo una ruleta, sigla il clamoroso sorpasso. Pronti, via nella ripresa e lo Spezia trova il tris che profuma di salvezza: Verde crossa al centro e Maggiore, totalmente indisturbato, batte l'incolpevole portiere bianconero. L'Udinese prova a reagire con Nestorovski, subentrato a Pussetto, ma né al 54', né al 61' l'ex Palermo trova la zampata che rimetterebbe in discussione le sorti dell'incontro, mentre lo Spezia cerca - con successo - ad abbassare i ritmi della partita. Molina al 75' spara alto dal limite, quindi va ad un passo dalla doppietta in due occasioni all'83': servito in entrambi i casi da Deulofeu, ci prova invano prima di destro, poi di testa. Ingenuo fallo di Perez su Kovalenko al 91': sul dischetto va Manaj, che spedisce il pallone in curva. Al 94', invece, Pablo Marì accorcia le distanze di testa su una punizione pennellata da Deulofeu dalla lunga distanza.

Serie A, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...