È un Milan 'infinito': 3-1 a Empoli, Pioli la spunta nel finale

Già in emergenza, i rossoneri perdono per infortunio anche Saelemaekers, Calabria e Kjaer ma passano al Castellani: Bajrami risponde nel recupero al gol di Rebic, ma Ballo-Touré e Leao firmano il tris del Diavolo
È un Milan 'infinito': 3-1 a Empoli, Pioli la spunta nel finale© /Ag. Aldo Liverani Sas

EMPOLI - Il Milan perde pezzi (un guaio con la sfida di Champions contro il Chelsea alle porte) ma porta via tre punti pesantissimi dal Castellani, dove supera l'Empoli in un emozionante finale (1-3) e riparte al meglio dopo il ko contro il Napoli e la sosta per le nazionali. Già condizionati dalle tante assenze, nel primo tempo i rossoneri di Stefano Pioli vengono frenati dalle parate di uno strepitoso Vicario e dagli infortuni di Saelemaekers e Calabria, nella ripresa poi devono rinunciare anche a Kjaer e soffrono, ma la spuntano in un 'pazzo' recupero: al 92' Bajrami risponde al gol segnato poco prima da Rebic, ma il Diavolo trova la forza di reagire e negli ultimi minuti raddoppia con Ballo-Touré e cala il tris con Leao riportandosi a -3 dalla vetta.

Empoli-Milan 1-3: statistiche e tabellino

Pioli in emergenza

Con Maignan e Theo Hernandez a fare compagnia a Origi, Florenzi e Ibrahimovic in infermeria Pioli piazza Tatarusanu tra i pali e schiera come terzini il recuperato Calabria e Ballo-Touré ai lati della coppia centrale Kjaer-Tomori. In mediana l'ex empolese Bennacer affianca Tonali mentre davanti Giroud è il punto di riferimento del 4-2-3-1 rossonero, con la trequarti fotmata da Saelemaekers, De Ketelaere e Leao. Sull'altro fronte out Akpa Akpro, Ismajli, Tonelli e Stubljar: 4-3-1-2 per Zanetti, che sceglie l'ex torinista ed ex juventino Pjaca a sostegno delle punte Lammers e Satriano (panchina per l'ex rossonero Destro), mentre Grassi è il play davanti alla difesa.

Milan senza fine: l'Empoli pareggia al 92' ma poi perde 3-1
Guarda la gallery
Milan senza fine: l'Empoli pareggia al 92' ma poi perde 3-1

Saelemaekers e Calabria ko

Prova a partire forte il Milan con Leao, che calcia a lato di poco su assist di Giroud (7') e un minuto colpisce a colpo sicuro con il destro su quello di De Ketelaere, trovando però la strepitosa risposta di Vicario che si salva di piede. C'è lavoro però anche per Tatarusanu, chiamato in causa al 16' da Henderson (16'), ma a farela partita sono comunque i rossoneri che insistono con Saelemaekers: il belga manca la porta di un soffio e subito dopo 'sbatte' anche lui su Vicario, bravo a deviare in corner la sua conclusione dalla distanza. Il portiere di casa sbaglia però uscita al 28', quando De Ketelaere non riesce però a calibrare al meglio il cross per la testa di Leao. Il Diavolo sembra ispirato ma improvvisamente la strada si mette in salita, con Pioli che in pochi minuti perde per infortunio Saelemaekers (dentro l'ex empolese Krunic al 33') e Calabria, che al 39' esce in barella per un infortunio muscolare e lascia il posto a Kalulu. Tra gli azzurri va invece ko Grassi (sostituito da Marin) e prima del riposo c'è tempo per un'altra grande parata di Vicario, che sbarra la strada a Leao (47').

Serie A, la classifica

Finale incandescente

Si va all'intervallo con le porte inviolate nella ripresa a partire meglio è l'Empoli, che sfiora due volte il palo (e il vantaggio) prima con Marin (47') e poi con Stojanovic (52') mentre il Milan risponde con Giroud che su punizione 'bacia' la traversa. Bajrami e Bandinelli sono le prime mosse di Zanetti (fuori Henderson e Pjaca al 58') che vede poi Lammers sfiorare la traversa con un colpo di testa ravvicinato. Il Diavolo ora fatica a pungere e si affida ancora a un calcio da fermo, ma sulla 'botta' di Tonali deviata da Luperto (63') è ancora strepitoso Vicario. Al 73' poi anche Kjaer alza bandiera bianca e Pioli si gioca tre cambi nell'ultimo slot a disposizione: fuori anche De Ketelaere e Giroud, entrano Sergino Dest, Brahim Diaz e Rebic. Ed è proprio quest'ultimo, su assist di Leao, a sbloccare poco dopo il match e a portare avanti il Milan (79') con il suo terzo gol in campionato (dopo i due segnati all'Udinese nella prima giornata). Ora costretto a inseguire, Zanetti getta nella mischia anche Destro e Cambiaghi (per Satriano e Haas), ma a beffare il Milan e a regalargli un ormai insperato pareggio è Bajrami che batte Tatarusanu con una magia su punizione (92'). Il Castellani festeggia ma il Diavolo non ci sta, si rigetta in avanti e nel finale conquista una 'pazza' vittoria: prima arriva il gol di Ballo-Touré che segna al 94' su sponda di Krunic, poi il tris in contropiede di Leao che al 97' firma il definitivo 3-1. Finisce in festa per il Milan, che ora dovrà però fare la conta delle assenze in vista della sfida di Champions League contro il Chelsea in programma mercoledì (5 ottobre) a Stamford Bridge.

Serie A, risultati e calendario

Milan, finale da s(Ballo) e tre punti di carattere a Empoli
Guarda il video
Milan, finale da s(Ballo) e tre punti di carattere a Empoli

Serie A, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...