Bologna-Juve, fischia CalVARese: manca solo un giallo a Iling-Junior

L'analisi degli episodi arbitrali della sfida del Dall'Ara tra i rossoblù di Thiago Motta e i bianconeri di Paolo Montero

Giovanni Ayroldi fino a questo momento aveva diretto solo sette partite in stagione, poche per un arbitro che era entrato nel novero di coloro che potevano giocarsi un posto da internazionale. Un anno sottotono, che avrebbe potuto fare meglio; ma al Dall’Ara il direttore di gara pugliese non sfigura: ci sono le premesse perché l’anno prossimo dimostri il suo valore, vista anche la sua giovane età (trentadue anni).

In totale l’arbitro fischierà ventinove falli, di cui ventuno alla Juventus e otto al Bologna. La gara si chiude senza episodi importanti nelle aree di rigore. Nel primo tempo il gol di Castro viene convalidato dopo un silent check per una sospetta posizione di fuorigioco dell’attaccante: a tenerlo al di qua della linea è Danilo con un piede. Annullato giustamente un gol a Odgaard poco dopo, proprio per fuorigioco. Tirato il giallo a Gleison Bremer per una trattenuta su Alexis Saelemaekers nel secondo tempo, ma il brasiliano aveva già rischiato qualcosa nella prima frazione per una sbracciata ai danni di Santiago Castro. Dal punto di vista disciplinare, forse manca un cartellino giallo per Iling Junior per un pestone ai danni di Odgaard. Giusti anche gli altri provvedimenti disciplinari, per Miretti, Cambiaso, Danilo, Aebischer e Fagioli.

Motta e la previsione "delirante" sulla Juve. Saputo show: "Voglio che resti"

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading...