Gasperini: "Atalanta, il rodaggio è finito. Niente turn over"

L'allenatore nerazzurro alla vigilia dello Spezia: "Senza le nazionali è un'altra storia, è come se cominciasse un nuovo campionato"

© Canoniero

BERGAMO - "Il turnover non c'è più, perché si gioca ogni gara al meglio delle nostre possibilità. L'avevamo utilizzato dopo la prima sosta per le nazionali per cercare di conoscere i tanti giocatori nuovi arrivati". Alla vigilia della ripresa del campionato contro lo Spezia a Cesena, l'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini chiarisce la sua posizione circa eventuali avvicendamenti nella formazione, pur lamentando carenza di allenamenti di gruppo: "Rivedo solo oggi 8 giocatori dalla partita con l'Inter: indubbiamente è un problema, anche se a parte Caldara e Malinovskyi (positivo al Covid nella nazionale ucraina, ndr) abbiamo tutti a disposizione - spiega -. Ma siamo nella situazione mentale di dover passare sopra tutto. Le interruzioni non piacciono nemmeno alle altre squadre". Il 17 ottobre, dopo la prima pausa, col Napoli andò male (sconfitta per 4-1), ma stavolta l'impegno è di caratura differente: "I valori sono ovviamente diversi, la costante e la difficoltà è che si tratta della partita alla ripresa dalla sosta. Noi siamo partiti molto forte e molto bene, poi in occasione della prima pausa sono iniziati alti e bassi - prosegue Gasperini -. Per noi domani è il primo giorno del nuovo campionato, perché non ci saranno le Nazionali di mezzo per un bel po'. Fin qui è stato un rodaggio: fino al 23 dicembre giocheremo in continuazione tra campionato e Champions ogni tre giorni, come mercoledì a Liverpool, e ogni sfida diventa sempre più importante per dare un senso più alto alla stagione". Uno sguardo sull'avversario dell'ottava giornata: "Lo Spezia è organizzato, sta bene, ha entusiasmo, ha 8 punti che è un bel bottino: ogni incontro ha le sue difficoltà, per noi ci sono i punti interrogativi legati al rientro tardivo dei Nazionali - chiude -. Ma abbiamo l'occasione di calarci completamente nel campionato. Per Italiano parlano i risultati, le prestazioni e il modo di giocare: ora non si pensa più che una neopromossa debba basarsi sulla sofferenza, sul catenaccio e la difesa. Lo Spezia ha coraggio e voglia di fare risultato". 

Liverpool, il Covid-19 ferma ancora Salah: nuovo tampone positivo
Guarda il video
Liverpool, il Covid-19 ferma ancora Salah: nuovo tampone positivo

Commenti