Atalanta, Percassi: "Liverpool? Andiamo all'università del calcio"

Il presidente alla vigilia della Champions: "Firmerei per lo stesso risultato di ieri ad Anfield, lo stadio più bello del mondo"

© Canoniero

BERGAMO - "Un conto è allenarsi tutti sei giorni per preparare la partita, un altro se una quindicina di giocatori resta in giro due settimane per le Nazionali". Antonio Percassi, presidente dell'Atalanta, spiega così la flessione della squadra con lo 0-0 a Cesena contro lo Spezia alla ripresa del campionato; "il problema di ieri è che abbiamo sbagliato gol clamorosi, ma certamente queste soste sono un handicap". Il vertice societario ha inaugurato il nuovo Atalanta Store in viale Papa Giovanni XXIII a Bergamo: "La tifoseria rientrava da queste parti dopo le trasferte importanti, è un segnale anche per il nostro pubblico che allo stadio ci manca e speriamo possa tornare presto - continua Percassi -. Abbiamo voluto dare un segnale al mondo del restauro, pesantemente e ingiustamente danneggiato da questa situazione: le aziende ci sono e vanno avanti". Sul percorso in Champions League della squadra, attesa mercoledì dal Liverpool, cauto ottimismo: "Firmerei per lo stesso risultato di ieri, perché siamo all'università del calcio e continuiamo ad andare a lezione. L'Atalanta e il suo mondo in Europa suscitano curiosità, vogliono scoprirci e questo fa piacere. Dobbiamo comunque mantenere i piedi per terra, andare avanti con umiltà ed essere forti tra le provinciali: il nostro obiettivo principale resta comunque la salvezza, poi quello che arriva in più è straordinario. Anfield Road è lo stadio più bello che abbia mai visto, ci giocano i numeri uno. Gasperini? Abbiamo già rinnovato a fine campionato" ha concluso.

Gasp avverte il Liverpool: "La Champions è ancora aperta"
Guarda il video
Gasp avverte il Liverpool: "La Champions è ancora aperta"

Commenti