Atalanta, Gasperini: "Per vincere è servita una prodezza di Muriel"

Il tecnico: "E meno male che c'è il Var: snche il rigore avrebbe potuto cambiare la partita. Romero? Ha mezzi importanti, non per nulla è stato acquistato dalla Juve"

Atalanta, Gasperini: "Per vincere è servita una prodezza di Muriel"© ANSA

CAGLIARI - "E' difficile superare il Cagliari, è una squadra forte fisicamente. Nella ripresa abbiamo dato tanto giocando molto davanti. E se non fosse venuta fuori questa giocata straordinaria di Muriel sarebbe stato difficile vincere". Lo ha dichiarato Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, dopo la gara con il Cagliari a Sky: "Senza la prodezza di Muriel sarebbe stato difficile oggi. Anche il rigore avrebbe potuto cambiare le cose, ma per fortuna c'è il Var. Romero? Ha mezzi importanti, non per nulla è stato acquistato dalla Juve. E' giovane e può migliorare. Bisogna fare attenzione con lui su certi atteggiamenti: oggi ad esempio ha preso un giallo assurdo a cinque secondo dalla fine del primo tempo; ogni tanto prende dei cartellini gratuiti. Certamente può migliorare: ha capacità per giocare centrale ma anche centro-destra: le qualità le ha, non ha ancora la giusta convizione. Domenica c'è la partita col Napoli, poi mercoledì la Champions con il Real Madrid: finora non abbiamo avuto tempo di pensare alla Champions. Abbiamo visto giocare il Real, sappiamo che è una squadra forte con giocatori importantissimi, forti e tecnici. Di certo non possiamo pensare di vincere la Champions, ma ne possiamo trarre qualcosa che ci aiuti maggiormente per campionato e Coppa Italia".

Capolavoro di Muriel, il Var toglie un rigore a Rugani: che finale in Cagliari-Atalanta!
Guarda la gallery
Capolavoro di Muriel, il Var toglie un rigore a Rugani: che finale in Cagliari-Atalanta!

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti