Atalanta sprecona, ma la Dea resta da Champions

Nonostante i punti persi tra Roma e Sassuolo il traguardo è sempre alla portata della banda Gasperini

Atalanta sprecona, ma la Dea resta da Champions© www.imagephotoagency.it

BERGAMO - I dettagli, soprattutto a certi livelli, fanno tutta la differenza del mondo. Quello che hai fatto è buono per gli almanacchi, nel momento decisivo c'è poco da valutare e molto ancora da fare. Ed è per questo che in casa Atalanta, nonostante da domenica sera sia matematica la qualificazione alla prossima Europa League e il secondo posto (in attesa degli ultimi scontri diretti e grazie ai gol fatti) sia ancora realtà, resta l'amaro in bocca per alcune clamorose occasioni sfumate che avrebbero potuto regalare una lunga vigilia della finale di Coppa Italia con il pass europeo più importante già in tasca. Premessa doverosa: tutte le squadre di vertice che seguono l'Inter possono recriminare per passi falsi più o meno clamorosi. Ergo, non è un ragionamento che vale solo per i bergamaschi. Semmai, si può discutere sul peso specifico delle occasioni sciupate e da questo punto di vista è altamente probabile che la Dea sia tra le più imbronciate. Anzi, forse quella messa peggio.

Serie A, la corsa Champions: il calendario completo
Guarda la gallery
Serie A, la corsa Champions: il calendario completo

4 punti persi tra Roma e Sassuolo

Il pareggio per 1-1 in casa del Sassuolo, al netto di alcune situazioni arbitrali che dovevano andare diversamente con il rigore non assegnato a Zapata al 15' per strattonata di Chiriches che è l'episodio più clamoroso, è pesantemente condizionato da due fatti: il rosso a Gollini e il calcio di rigore fallito da Muriel. Il colombiano ad un quarto d'ora dalla fine aveva sul dischetto la più facile delle occasioni per segnare il punto del 2-1 con le due squadre di nuovo in parità numerica dopo il secondo giallo a Marlon, la sua conclusione però è stata incredibilmente fiacca e pure la ribattuta mancata (con scivolone annesso) è difficile da commentare. Nessuna contestazione ovviamente per il miglior marcatore della squadra (19 reti in A) che spesso ha segnato gol belli e decisivi ma è indubbio che tra Reggio Emilia e Roma gli errori del colombiano sono stati pesanti. Soprattutto per uno che segna gol impossibili. 

Tutti gli approfondimenti sull'edizione di Tuttosport

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...