L’Atalanta si prende la Champions in attesa dell’Europa League: 2-0 a Lecce

Successo in trasferta per gli uomini di Gasperini, che superano i salentini nella penultima giornata di campionato e chiudono il discorso qualificazione

L'Atalanta centra il 5º successo consecutivo. Al Via del Mare, gli uomini di Gasperini (squalificato e sostiuito in panchina da Gritti) si impongono per 2-0 nella sfida valida per la penultima giornata di Serie A raggiungendo così la matematica qualificazione in Champions League. Un risultato che segue il ko in Coppa Italia e anticipa la finale di Europa League contro il Bayer Leverkusen, in programma mercoledì 22 maggio all'Aviva Stadium di Dublino. La Dea consolida inoltre il 5º posto e si porta a quota 66 punti a 6 lunghezze dalla Roma, che domenica sera ospiterà il Genoa e 1 dalla Juve, attesa lunedì sul campo del Bologna. I bergamaschi devono inoltre recuperare la sfida contro la Fiorentina. I salentini si congedano invece con il pubblico di casa con la salvezza già in tasca.

Il racconto della partita

Partono bene gli ospiti, che si rendono pericolosi dapprima con Miranchuk, che al 4' minuto costringe Falcone a intervenire per respingere un tiro dal limite, e in seguito con Pasalic, che 2 minuti dopo sfiora il vantaggio dopo un'incursione in area della Dea. Reagisce allora il Lecce, che impensierisce Musso con un tiro di prima intenzione di Piccoli su cross di Gallo. L'attaccante di proprietà dell'Atalanta ci riprova pochi minuti dopo raccogliendo la verticalizzazione di Krstovic e calciando sul primo palo.

Il portiere ospite risponde presente anche questa volta e respinge il tiro. Gli uomini di Gasperini tornano all'attacco con Scamacca al 18', il cui tiro viene però respinto da Falcone, e ancora con Zappacosta, che sfiora il palo dopo la respinta di Venuti. Nella ripresa, Krstovic divora il vantaggio a pochi passi dalla porta. Bisogna aspettare il 48' per il gol che sblocca le marcature. Ad andare a segno è De Ketelaere - subentrato a Touré durante l'intervallo - che raccoglie l'assist di Scamacca, resiste alla copertura di Gallo e con un pallonetto vincente supera il portiere. 5 minuti dopo, il numero 90 nerazzurro colpisce di testa su calcio d'angolo e firma il doppio vantaggio. Al 56', Hien va vicino al 3-0. I padroni di casa provano a rientrare in partita con Piccoli, che sfiora il gol all'86' su calcio di punizione. Ma il triplice fischio il risultato rimane 2-0.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading...