Pjaca abbraccia il Genoa: "Qui per rinascere"

Il croato ha subito brillato all'esordio con un gran gol al Crotone

Pjaca abbraccia il Genoa: "Qui per rinascere"© LAPRESSE

GENOVA - Una punta e un difensore. Si riduce sempre più la lista dei desideri rossoblù dopo l'arrivo di Luca Pellegrini. In casa Genoa l'obiettivo è completare la rosa con due rinforzi importanti. Così è sempre viva la strada che porta a Mario Balotelli, nome che piace al presidente Preziosi, ieri al Signorini sia per seguire la ripresa degli allenamenti sia per un vertice di mercato con i suoi dirigenti e il tecnico Maran, da sempre fine intenditore quando si tratta di attaccanti e di giocatori da rilanciare. In difesa, invece, i nomi caldi rimangono quelli di Luperto, in prima battuta, e di Ranocchia in seconda. Entrambi però piacciono a più club, tra cui Fiorentina e Parma. Si allontana un possibile ritorno di Sanabria mentre saluta Peter Ankersen che torna in Danimarca al Copenaghen.

Genoa, Pjaca debutta con una perla: Crotone ko 4-1!
Guarda la gallery
Genoa, Pjaca debutta con una perla: Crotone ko 4-1!

In attesa degli ultimi colpi il Genoa si gode quelli già messi a segno, come Milan Badelj e Marko Pjaca. Due giocatori che già domenica scorsa hanno mostrato tutto il loro valore. Ieri sono stati presentati ufficialmente dopo che si erano presentati a modo loro sul campo con due prestazioni che hanno più che soddisfatto i tifosi rossoblù. «I primi giorni stati veramente belli - ha raccontato l'attaccante arrivato dalla Juventus -, questo è un club storico e ho trovato ragazzi che conosco da tempo, posso dire che mi sento veramente bene e mi sento a casa. Maran? La prima impressione è buona ci conosciamo da qualche giorno e spero che faremo una grande stagione insieme». Per Pjaca il gol segnato all'esordio ha un valore unico dopo anni di sofferenze fisiche. «Spero che sia la stagione della mia rinascita. E' iniziata bene e se continuiamo con questo spirito e con questo gioco credo che potremo fare una bella stagione. Ma ripeto sarà importante continuare così, con questa voglia e questo spirito, perché [...]»

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale di Tuttosport

Commenti