Strootman: "Genoa, voglio vincere sempre. Pure contro la Roma"

Il centrocampista: "Gioco dove vuole Ballardini, sono pronto a ripagare la fiducia. Al Marsiglia nell'ultimo anno ho giocato poco ma sto in forma. I tifosi giallorossi mi scrivono ancora, spero che la mia ex squadra vinca lo scudetto"

Strootman: "Genoa, voglio vincere sempre. Pure contro la Roma"© genoacfc.it

GENOVA - Il Genoa vuole salvarsi, e per farlo ha messo sotto contratto un pezzo da novanta del centrocampo. Il Grifone  oggi ha dato il benvenuto a Kevin Strootman, esploso con la maglia della Roma nel 2013-2014 e arrivato in rossoblù dal Marsiglia in prestito fino a giugno: "Sono pronto per giocare: nell'ultimo anno non ho giocato molto, forse mi manca un po' il ritmo partita ma mi sono sempre allenato. Devo conoscere la squadra ma fisicamente sto in forma". Il centrocampista olandese fece innamorare di sè i tifosi della Roma: "Io do tutto per la squadra dove gioco. Con la Roma è stata particolare, avevano perso la coppa Italia e quando sono arrivato abbiamo vinto dieci partite di fila. Ringrazio i tifosi giallorossi ma anche quelli del Genoa. Voglio dimostrare di essere un giocatore importante e dare una mano". La situazione in classifica del Genoa è deficitaria: "Io penso che il club non meriti la posizione che ha. Nelle ultime gare hanno fatto bene, la rosa si sta riprendendo. Ballardini è contento che sono venuto qua e io ho detto lo stesso. Mi ha spiegato le sue idee tattiche, abbiamo parlato un po' ma è più importante cosa lui chiede in campo. Io sono pronto per questo".

Il classe 1990 racconta poi le motivazioni che lo hanno spinto a lasciare l'OM: "Non ho giocato molto. Volevo riprendere a giocare. Stiamo passando un periodo difficile. Ho parlato con il mio agente e con la mia famiglia volevamo tornare i Italia e il Genoa era interessato a me e ha fatto di tutto per concludere l'affare. Conosco la Serie A, conosco la squadra. Ci sono tanti giocatori di esperienza. Mi aspetto una grande sfida, questo è sicuro. Il Genoa ha avuto problemi di Covid nei mesi scorsi, ma abbiamo un grande gruppo e vogliamo fare meglio di dove siamo adesso. Ci sono tante squadre vicino a noi in classifica. Tanti giocatori hanno giocato nel mio stesso ruolo. Se posso dare alla squadra un 1% in più lo faccio. Sono contento che il Genoa mi abbia preso e io voglio ripagare la fiducia". Strootman parla poi dell'assenza del pubblico: "Ho giocato tante partite a Marassi. E' uno dei pochi stadi in Italia con un ambiente simile a quello che c'è in Inghilterra. Penso che per tutti i club pesi l'assenza del pubblico ma al Genoa si sente parecchio. I tifosi ci seguiranno in tv e noi dobbiamo lottare per loro. Spero quando il Covid passerà possano tornare allo stadio e noi dobbiamo essere pronti per lottare".

Anche il Cagliari aveva puntato il giocatore di Ridderkerk: "Dal primo momento il Genoa era interessato. Ho parlato con Marroccu e il presidente ed ero subito convinto. Abbiamo trovato l’accordo, ho dato la mia parola e quando ho fatto così era finito tutto. E’ stata semplice, ripeto, non devo dire di più". Immancabile soffermarsi sull'addio alla Roma: "So che giocheremo il 7 marzo all'Olimpico e spero che il Genoa sia messo meglio in classifica. Ho vissuto cinque anni a Roma e c'è un rapporto speciale. Ero molto contento, solo che all'ultimo anno anche io ho deciso di andare via. Se non senti la fiducia pensavo fosse meglio andare ma Roma resta un'esperienza speciale. I tifosi mi scrivono spesso, ma ora sono un giocatore del Genoa e voglio vincere tutte le partite col Genoa, pure contro la Roma. Ho parlato con Dzeko, Juan Jesus e con magazzinieri e fisioterapisti. Mi hanno fatto l'in bocca al lupo e il bentornato in A. Un nuovo inizio al Genoa? Devo pensare a giocare. Alla gente ho detto che sono contento di essere qua ma voglio che tutti lo siamo a fine campionato. Sono in prestito, a fine stagione vedremo. La cosa più importante è la società e voglio che loro siano felici".

Hamza Rafia, Juventus-Genoa e la gioia con Cristiano Ronaldo
Guarda la gallery
Hamza Rafia, Juventus-Genoa e la gioia con Cristiano Ronaldo

"Mio ruolo? Gioco dove mi mette il tecnico. Nelle ultime gare abbiamo fatto 3-5-2 ma io gioco dove vuole lui. Il morale della squadra è buono perché nelle ultime gare hanno fatto bene. Peccato non aver vinto con la Juve ma hanno fatto una grande partita. Ci sono tanti giocatori con esperienza e questo è importante per la squadra. Conoscono bene il club, la città, i tifosi e la società. E in campo ho visto un gruppo pronto per lavorare e far meglio". Oggi ci sarà il derby capitolino senza i tifosi: "E' una cosa brutta ma penso che nel mondo del calcio dobbiamo essere contenti che possiamo continuare. E' la verità. Noi possiamo continuare a fare il nostro lavoro. Spero che il Covid passi in fretta". Sulla possibilità che la Roma possa competere per lo scudetto: "Ha una squadra molto forte. Ci sono anche loro per la lotta al titolo, stanno facendo bene ma in Italia ci sono tante squadre forti. E' difficile ma hanno una buona squadra e io spero che vincano il campionato. Devono perdere solo il 7 marzo ma le altre le possono vincere tutte, spero anche stasera".

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti