Tuttosport.com

Spalletti sul proprio futuro:
0

Spalletti sul proprio futuro: "Sto a casa"

L'allenatore di Certaldo è intervenuto all'evento The Coach Experience e a proposito della sua esperienza all'Inter ha detto: "Sono onorato, mi ha lasciato moltissime belle storie da portare con me e me le terrò caramente"

sabato 15 giugno 2019

RIMINI - Luciano Spalletti non è più l'allenatore dell'Inter, la società nerazzurra ha scelto Antonio Conte per guidare la squadra la prossima stagione. Ma al tecnico di Certaldo vanno riconosciuti i giusti meriti per aver riportato la squadra a "riveder le stelle", rimettendo il progetto nerazzurro al centro della competizione più importante a livello europeo per un club: la Champions League. Due stagione caratterizzate da momenti esaltanti e altri deludenti, ma che, nonostante tutto, hanno permesso all'allenatore di godere della stima dei tifosi e della dirigenza. L'addio alla squadra è stato pacato, senza grossi clamori, con Spalletti che ha elogiato il popolo nerazzurro per quanto fatto in questi due anni. L'allenatore ex Roma, intanto, è intervenuto a margine dell'evento "The Coach Experience", in corso alla Fiera di Rimini e organizzato dall'Assocazione Italiana Allenatori Calcio e SGPlus, dedicato ad allenatori, professionisti del mondo del calcio e appassionati, e a proposito della sua esperienza sulla panchina nerazzurra dice: "Sono onorato di aver avuto la possibilità di allenare l'Inter, mi ha lasciato moltissime belle storie da portare con me e me le terrò caramente". 

Dopo l'ipotesi Fiorentina la decisione è presa: anno sabbatico

Il nome di Luciano Spalletti si era fatto come possibile sostituto di Vincenzo Montella sulla panchina della Fiorentina. Un'ipotesi sfumata dopo che il nuovo presidente dei viola, Rocco Commisso, ha incontrato l'Aeroplanino a New York confermandogli la fiducia. A propostito di Montella, Spalletti commenta così: "Mi fa piacere che sia rimasto, perchè quella di quest'anno è la sua squadra e il suo lavoro, quello della stagione scorsa è stato un lavoro parziale e di conseguenza quello che è venuto fuori non dà merito alla qualità della persona e dell'allenatore".

Il futuro di Spalletti è dunque tutto da scrivere, anche se il tecnico di Certaldo sembra non avere molti dubbi: "Sono uno che quando fa questo lavoro qui, lascia da parte altre situazioni familiari e personali per svilupparlo bene, per cui vi entro dentro con passione e sentimento e ne traggo sempre cose che mi lasciano una finestra aperta per quello che deve essere e impostare il futuro. Tutti abbiamo da rendere conto sempre a chi sceglie e io non sono stato scelto, quindi sto a casa". Se la decisione finale fosse veramente questa, Spalletti andrebbe a fare compagnia a un altro nome illustre della panchina, l'ex Juventus Massimiliano Allegri. 

Spalletti Inter Champions League

Commenti