Inter, Esposito: "Vorrei i gol di Lukaku. Totti l'idolo, ma mi ispiro a Milito"

L'attaccante nerazzurro si è raccontato a 360°: "Sono nato con la passione per il calcio, mio papa' e tutta la mia famiglia sono sempre stati in questo mondo"

© Marco Canoniero

MILANO - Passione, momenti speciali, attaccanti e ovviamente l'Inter: Sebastiano Esposito nel corso di una diretta video sui social ha raccontato davvero di tutto. Il punto di partenza del suo viaggio ripercorso nell'intervista inevitabilmente è stata la famiglia: "Sono nato con la passione per il calcio, mio papa' e tutta la mia famiglia sono sempre stati in questo mondo, hanno vissuto a 'pane e pallone', quindi era difficile restarne fuori". Poi ha toccato il punto più importante per un appassionato di calcio, i giocatori preferiti: "Il mio idolo da piccolo era Totti, non ho potuto guardare Ronaldo "Il Fenomeno" quando era all'Inter ma ho visto molti i suoi video, era veramente pazzesco". Ronaldo che vuol dire Inter, una tappa fondamentale per la sua carriera: "Di questo club amo la storia, che in pochi hanno, poi per la mia esperienza personale, sono entrato in una grande famiglia in cui tutti si vogliono bene e soprattutto vogliono il bene per questa maglia". È stato il club nerazzurro che gli ha permesso di realizzare un sogno: "Il momento più bello è stato il primo gol in Serie A. Lukaku mi ha detto vai sicuro sulla palla e fai gol, non ero teso, sentivo il pubblico che sperava che segnassi, è stata una sensazione bellissima, i tifosi e Romelu mi hanno permesso di avverare il sogno della mia vita".

Inter, Lukaku è incontenibile. E che regalo al baby Esposito!
Guarda la gallery
Inter, Lukaku è incontenibile. E che regalo al baby Esposito!

"Vorrei i gol di Lukaku, mi ispiro a Milito"

Nel suo racconto si è concentrato tanto sugli attaccanti svelando anche il suo modello: "Io e Lukaku abbiamo un bel rapporto, è nato subito, fin dalle prime amichevoli. Se potessi rubargli qualcosa gli ruberei i gol! In pochi hanno fatto come lui, poi quando parlo con lui mi sprona molto su questo punto. Come giocatore vorrei assomigliare a Diego Milito, era fortissimo. Penso di essere un attaccante moderno perche' mi piace fare entrambe le fasi, sia difensiva che offensiva, aiuto molto il reparto difensivo, mi piace rincorrere gli avversari". Il racconto con una lista dei suoi giocatori preferiti della storia dell'Inter: "Metterei sicuramente Handanovic in porta, per me è uno dei portieri piu' forti in circolazione. In difesa de Vrij, Samuel, Materazzi, Maicon, Zanetti poi Stankovic, Brozovic e Milito, Ronaldo "Il Fenomeno", Lukaku, Lautaro Martinez".

L'Inter vuole blindare Esposito con un rinnovo importante
Guarda il video
L'Inter vuole blindare Esposito con un rinnovo importante

Commenti