Inter-Tonali, Marotta cerca soluzioni

0

Cellino valuta il suo gioiello 50 milioni. Va inserita una contropartita gradita al Brescia

Inter-Tonali, Marotta cerca soluzioni
© FOTO FEDERICO GAETANO-AG ALDO LI
mercoledì 3 giugno 2020

MILANO - La base di partenza è 50 milioni. Difficile, nonostante i tempi, che Massimo Cellino cali la sua valutazione del gioiellino Sandro Tonali. Ovviamente le pretendenti, in primis Inter e Juventus, ci proveranno. Improbabile, infatti, che i due club possano mettere sul piatto un assegno da 50 milioni. Arriveranno delle formule “fantasiose”, anche se l’Inter, oggi leggermente in vantaggio sui bianconeri, le ha già sperimentate nella passata estate, in particolare per prendere Nicolò Barella. Un anno fa, infatti, Marotta e Ausilio, per abbattere il muro eretto dal Cagliari, convinsero il presidente Giulini con una proposta articolata, ma la cui cifra finale si avvicinava all’obiettivo di incasso dei rossoblù: 50 milioni. Guarda caso quanto chiede oggi Cellino. Per prendere Barella, l’Inter mise sul piatto 12 milioni per il prestito, 25 per l’obbligo di riscatto più 13 di bonus, 8 facilmente raggiungibili e 5 meno. Ecco, è assai probabile che l’Inter studi una proposta simile per strappare Tonali al Brescia e anticipare la Juventus, anche se Marotta vorrebbe comunque provare a inserire almeno una contropartita. Al momento l’ad sta studiando i nomi più adatti per un club come il Brescia, considerando anche che - non si offendano i tifosi delle rondinelle - è alto il rischio di retrocessione in Serie B. Dunque non sarà possibile inserire giocatori con valutazione alta. 

Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna di Tuttosport

Calciomercato Inter tonali Brescia

Caricamento...