Inter, già nel futuro: Onana, Raspadori e Kostic

La società nerazzurro pianifica i prossimi piani di mercato
Inter, già nel futuro: Onana, Raspadori e Kostic© /Ag. Aldo Liverani Sas

MILANO - L'Inter pensa al futuro. Tutto vero, la squadra di Simone Inzaghi infatti, cercherà già gennaio di pianificare i colpi che verranno fatti in estate. Del resto Marotta dopo il derby era stato chiaro "A gennaio non penso che faremo cambiamenti, pensiamo a giugno e a investimenti per il futuro". Parole che suonano come programmatiche in vista della prossima stagione. Un mercato studiato, mirato e con calciatori ideali al 3-5-2 di Simone Inzaghi. La linea resta questa e le idee già sono tante. Si è parlato molto di Lorenzo Insigne del Napoli, che potenzialmente è da considerarsi uno svincolato, ma le sue quotazioni sono in ribasso, visto che il capitano azzurro non è adattabile al modulo di gioco dell'Inter. L'idea che circola nella testa dei dirigenti interisti è quella di affiancare a Dzeko, il suo erede: ecco quindi che tutte le piste si ricollegano alle tentazioni estive e portanto a Giacomo Raspadori del Sassuolo. Sul fronte portieri di Andrè Onana ormai si è detto tutto, nella prossima stagione sarà lui l'erede di Handanovic e quindi il nuovo guardiano dei pali nerazzurri. Infine, il capitolo Ivan Perisic probabile partente a fine anno. Chi sarà il suo sostituto? Il club nerazzurro lo ha già individuato e corrisponde al nome di Filip Kostic, ventinovenne esterno sinistro d'attacco serbo che gioca nell'Eintracht Francoforte. L'Inter conta di chiudere a 10 milioni, più o meno pari all'offerta fatta dalla Lazio in estate, ma al momento il club tedesco è spalle al muro, vista la volontà di Kostic di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2023.

Milan-Inter 1-1: pari e rimpianti per Pioli e Inzaghi
Guarda la gallery
Milan-Inter 1-1: pari e rimpianti per Pioli e Inzaghi


Inter, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...