Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Tevez il robot della Juve. Il segreto dell'esultanza

Un tweet nella notte spiega l'esultanza dopo il secondo gol: un balletto inventato dalla figliatwitta

mercoledì 17 settembre 2014

TORINO - Visto che mancava da cinque anni, Carlitos Tevez ha deciso di tornare al gol in Champions League in modo esagerato. Partita di feroce intensità agonistica, doppietta spettacolare ed esultanza show: uno spettacolo totale, che alla fine ha strappato a Massimiliano Allegri una sorridente verità: "Stiamo Tevez-dipendenti? Mah... Diciamo che Tevez ho la fortuna di avercelo io e me lo godo".

Non è l'unico, ieri sera milioni di tifosi bianconeri si sono goduti l'Apache, la sua grinta e la sua classe, entrambe messe a disposizione della squadra. E' un'ulteriore salto di qualità dell'argentino, forgiato tatticamente da Conte per adattarlo al contesto italiano, Tevez ha trovato in Allegri l'uomo che ne ha liberato la fantasia senza comprometterne gli equilibri. E' un fuoriclasse che a 30 anni sta completando, grazie alla Juventus, la definitiva maturazione a leader e trascinatore, che gli era sempre mancata nel periodo inglese.

E' il Tevez 3.0, "robot calcistico" perfettamente progettato da Conte e Allegri. E dalla figlia! Sì, perché il paragone con il robot non è casuale, considerata l'esultanza in stile breakdance che ha caratterizzato il secondo gol di ieri sera. Dopo le magliette per ricordare i quartieri poveri e dimenticati della sua Buenos Aires, Carlitos ha scelto qualcosa di più "leggero", mimando un balletto verso il palco da dove la sua famiglia assiste alle partite della Juventus. E non era un gesto casuale, ma qualcosa di elaborato con la figlia Florencia (7 anni), la primogenita di famiglia che oltre a Katie (3 anni) ha visto da poco arrivare Lito Junior (di sette mesi). Il segreto lo ha svelato lo stesso Tevez con un tweet notturno: "Sei tu la creatrice del robot! Ti amo figlia".

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti