Tuttosport.com

Ancelotti: «Vidal mi parla ancora di Juventus»
© EPA

Ancelotti: «Vidal mi parla ancora di Juventus»

Il feeling tra Ancelotti e il cileno è fortissimo: si intendono per linguaggio calcistico, ma non solo. «Arturo è legato ai colori bianconeri, però dubito che lo rivedrete a Torino. Ce lo teniamo stretto al Bayern»twitta

mercoledì 9 novembre 2016

di Filippo Cornacchia

INVIATO A MONACO - Carlo Ancelotti sta studiando intensamente il tedesco, ma grazie alle sue precedenti esperienze in giro per l'Europa (Inghilterra, Francia, Spagna) finisce per farsi capire sfruttando un po' tutte le lingue. Compreso l'italiano, che utilizza in società per confrontarsi con Rummenigge e in campo con Vidal. L'ex juventino è già entrato nelle grazie dell'ex tecnico di Real Madrid e Milan. Un po' perché Ancelotti col cileno si rilassa parlando in italiano, ma soprattutto perché il sudamericano è un motorino infaticabile nel centrocampo del Bayern, una garanzia di intensità per i meccanismi di gioco ancelottiani. E se Antonio Conte, ai tempi juventini, non utilizzava tanti giri di parole per lodare Vidal («Se vado in guerra, Arturo è il primo che porto con me»), anche Ancelotti sembra apprezzare parecchio Arturo. «Sinceramente - spiega il tecnico dei campioni di Germania - non conoscevo Vidal personalmente. E' uno di quelli che mi ha sorpreso di più: è un ragazzo simpatico, schietto e di grandissima personalità».

Leggi l'articolo completo su Tuttosport

ANCELOTTI: «CHAMPIONS? TEMO LA JUVE»

Tags: Bayern MonacoAncelottividalrummenigge

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti