Tuttosport.com

Juventus, Allegri si sfoga. Nel mirino anche Dybala

Juventus, Allegri si sfoga. Nel mirino anche Dybala

A fine partite un concitato confronto con Marotta e Paratici. «Sarebbero da prendere a calci nel culo». Allegri si è infuriato per l'atteggiamento della squadra e per il calo dopo mezzoratwitta

sabato 24 dicembre 2016

di Guido Vaciago

DOHA - Le immagini hanno fatto il giro dei social: Allegri furibondo sbraita e gesticola con Marotta e Paratici. Siamo a fine partita, bordo campo: il Milan sta per essere premiato e al tecnico juventino non va giù aver perso in quel modo. Già durante il match aveva raramente smesso di imprecare o richiamare qualcuno. Alla fine ha sbottato con i dirigenti, ai quali avrebbe detto secondo alcune ricostruzioni a bordo campo: «Sarebbero da prendere a calci nel culo». I giocatori bianconeri, ovviamente, perché è con loro che Allegri è furioso, come ha spiegato con toni assai più moderati in sala stampa, luogo di più lunghe perifrasi: «A un certo punto abbiamo iniziato a non giocare e abbiamo consentito che diventasse una partita da “un colpo qua e uno là”, esattamente il tipo di partita che noi possiamo perdere. Anche perché non abbiamo difeso bene, avendo concesso al Milan una quindicina di cross. E non siamo stato capaci di sfruttare le occasioni che in partite come queste diventano decisive». E se c'è qualcuno di particolare nel mirino dell'allenatore, questo è Dybala, che è stato in campo 60 e ha avuto l'occasione per riportare la Juventus in vantaggio e l'ha sciupata. Un errore che Allegri non sembra avergli perdonato nell'immediato dopo partita, visto che cita direttamente l'argentino, riferendosi agli errori commessi nel corso della gara.

Tags: JuventusSupercoppaDohaMilanQatar

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti