Tuttosport.com

I tifosi della Juventus a Conte: «Premier al Chelsea? A noi la Champions»
© EPA

I tifosi della Juventus a Conte: «Premier al Chelsea? A noi la Champions»

Il tecnico tre volte scudettato a Torino («Il titolo coi 'Blues' sarebbe il più importante della mia carriera») nel mirino dei tifosi. «E se va all'Inter...» twitta

mercoledì 26 aprile 2017

TORINO - I Conte... non tornano in casa Juventus, con il popolo bianconero spiazzato e deluso dalle dichiarazioni fatte dall’ex capitano e allenatore dei campioni d’Italia. «La Premier con il Chelsea? Sarebbe il mio più grande trofeo», ha detto il tecnico leccese alla vigilia della sfida poi vinta sul Southampton che lo ha riportato a +7 sul Tottenham (oggi ospite del Crystal Palace in uno dei derby londinesi) e dunque ancora più vicino alla conquista del titolo inglese alla sua prima stagione oltremanica. Un modo forse per sottolineare la difficoltà di imporsi subito in un campionato straniero e in una realtà del tutto nuova, che però ha sorpreso e amareggiato i suoi vecchi tifosi. Gli stessi tifosi per i quali era un idolo e che gli avevano mostrato un amore spassionato, tanto da accogliere con diffidenza l’ex milanista Massimiliano Allegri bravo poi a conquistare la fiducia e la stima di tutto l’ambiente a suon di risultati. Un Allegri ora vicinissimo a doppiare il sensazionale tris del suo predecessore facendo però meglio in Europa, con la finale di Champions League conquistata al debutto - e poi persa a Berlino con il Barcellona nel 2015 - e le semifinali con il Monaco ora alle porte grazie all’impresa compiuta proprio sui ‘blaugrana’ catalani.

CONTE: «VINCERE LA PREMIER IL MIO PIU' GRANDE RISULTATO»

LA RABBIA SUL WEB - Le dichiarazioni di Conte comunque hanno fatto rumore, scatenando una ridda di reazioni anche tra i lettori del nostro sito che si sono sbizzarriti nel commentarle. Si va dalla delusione di chi come ‘Lucky’ gli ricorda che «prima di arrivare a Torino non lo conosceva nessuno....ora schiuma rabbia per i risultati di Allegri e non perde tempo nello sputare nel piatto dove ha mangiato e dunque verso la società che l'ha fatto prima uomo e poi mister...». C’è poi persino chi sospetta come ‘ il bianconero’ che Conte «sia stato il primo tifoso del Barcellona nel turno precedente». Qualcuno usa l’ironia, come ‘IlGobbodiNotreDame’ («Se ha vinto Ranieri col Leicester, vincere la Premier col Chelsea è assolutamente normale»), ‘bastone’ («sei riuscito a mangiare in un ristorante da 100 euro con più di 100 euro, ma Allegri è stato più bravo perché ha mangiato in quel ristorante con meno di 50 euro») oppure ‘Vanchija’ («Bravo Conte, ero certo che avresti vinto la Premier anche se non è ancora finita. Ti rimane solo da imparare l'inglese perché sei AGGHIACCIANDE quando apri bocca...»). Altri aspettano di potersi ‘vendicare’ sul campo: «Io spero invece che l'anno prossimo il Chelsea incontri la Juve, sai che soddisfazione mandarli a casa!», è il pensiero di ‘bazooka’.

TUTTO SULLA PREMIER LEAGUE

I DIFENSORI DI CONTE - Ma se la maggioranza prova sentimenti di rabbia e delusione ci sono anche dei tifosi che non rinnegano il passato, riconoscendo i meriti di un allenatore che ha comunque dato il via a un ciclo vincente, lasciando basi solide per continuare a vincere, e che ora si sta ripetendo fuori dall’Italia. Tra questi c’è ‘zagorcico60’: «Andare ad allenare in Premier e (forse, perché ancora non è finita) e centrare al primo colpo la vittoria mettendo in fila allenatori del calibro di Guardiola, Wenger, Klopp e Mourinho non è poca cosa considerato che il Chelsea lo scorso anno era in zona retrocessione – è il pensiero di ‘zagorcico60’ -. Dire che non ha realizzato un capolavoro vuol dire essere prevenuti verso Conte, inoltre ricordo che è anche finalista della FA Cup». Alcuni poi, come ‘darklux’, provano a giustificarlo: «Bisogna anche vedere se è proprio quello che ha detto, se confermato certo che ci lascia un po' l'amaro in bocca». Altri ancora lo ringraziano: «Si capisce benissimo dall'intervista quello che intende mister Conte... che è tutt'altro che sminuire quanto fatto da lui stesso alla Juve... ma bensì esaltare quanto fatto quest'anno al Chelsea (grosso modo la stessa cosa che ha fatto da noi... prendere una squadra alla deriva e portarla al successo…) - ha detto ‘!gtebay1975!’. - Quindi sinceramente non ci vedo nessun problema. Chi parla in una certa maniera di Conte non ha capito nulla del suo personaggio. Sinceramente io non riesco a provare un sentimento negativo verso di lui dopo che per tanti ha indossato la casacca juventina sputando sangue e sudore con grinta come fa ora da allenatore, capitano della squadra e poi condottiero da allenatore che ci ha riportato in alto. Non ci fosse stata l'era Conte difficilmente saremmo diventati quelli che siamo ora così velocemente».

PREMIER LEAGUE, LA CLASSIFICA

GIUDIZIO SOSPESO - Ogni divisione comunque sparisce su quello che è il vero incubo dei tifosi juventini: vedere un giorno Conte sulla panchina dell’Inter dove lo piazzano diverse voci di calciomercato. Quello sì che verrebbe considerato da tutto il popolo bianconero un vero e proprio tradimento che nessuno gli perdonerebbe. «Sente sul collo il fiato della tripletta di Allegri e sparla... sparla... sparla. Ottimo per F.C. Inda» è il commento di ‘omladina’ mentre ‘SCORPION11’ è ancora più esplicito: «Spero fermamente che le due strade non si incontrino mai più e non definiamo Conte juventino e tantomeno bandiera bianconera perchè neanche un interista avrebbe lasciato la Juventus come l'ha lasciata lui FORZA TOTTENHAM !!!!». A racchiudere il pensiero di tutti è ‘xavxav’: «Conte voglio vederlo al secondo anno al Chelsea, per capire se riuscirà a ripetersi. Non credo ma vedremo. Se poi va all'inter, beh allora verrà dimenticato quasi per sempre!».

LA PRECISAZIONE DI CONTE - Reazioni forti e polemiche che non avranno di certo fatto piacere ad Antonio Conte, tanto che dopo il 4-2 rifilato al Southampton il tecnico del Chelsea è tornato sull'argomento: «Finora è stata una stagione straordinaria - ha detto il tecnico leccese -, soprattutto per quelle che erano le premesse all'inizio e anche per il fatto che siamo rimasti sostanzialmente gli stessi; anzi, abbiamo perso qualche pedina storica. Questo ci deve dare grande determinazione, voglia ed entusiasmo per riuscire a fare qualcosa di straordinario. Per quanto riguarda me, resto orgoglioso del mio passato, soprattutto quello che ho fatto con la Juventus: dopo due settimi posti, abbiamo vinto e costruito qualcosa d'importante e oggi il club bianconero sta dove deve stare».   

ALLEGRI, PIU' CONTE DI COSI' NON PUOI ESSERE! VERO CUORE JUVE (FOTO)

 

Tags: JuventuschelseaSerie APremier LeagueChampions League

Tutte le notizie di Juventus

Approfondimenti

Commenti