Tuttosport.com

Primavera, la Juventus esagera: 5-0 all'Udinese
© Getty Images
0

Primavera, la Juventus esagera: 5-0 all'Udinese

Tutto facile per i ragazzi di Baldini, che riscattano così la sconfitta in Svizzera con lo Young Boys: in gol Bandeira, Fagioli, Moreno, Portanova e Francofonte

di Giordano Grassi sabato 15 dicembre 2018

TORINO - La Fiorentina ha pareggiato col Genoa, la prima della classe Atalanta è stata fermata sul 3-3 dall'inseguitrice numero uno, il Torino. A Vinovo, arriva l'Udinese quartultima con soli nove punti in undici partite e per la Juventus Primavera l'occasione di accorciare in classifica è troppo ghiotta per non essere sfruttata. Ci pensa Bandeira dopo 19 minuti, poi l'uno-due dei talenti Fagioli Moreno tra il 50' e il 55' arrotonda il punteggio, fino ai timbro di Portanova (84') e Francofonte (85'), che fanno calare definitivamente il sipario su un match mai in discussione e che portano la squadra bianconera al terzo posto in coabitazione con la Viola, a -2 dal Toro e -5 dagli orobici.

LA PARTITA - La sconfitta in Svizzera con lo Young Boys, al netto del campo ghiacciato e del pass per i play-off di Youth League già staccato, aveva comunque lasciato più di qualche strascico nel gruppo di Baldini, col tecnico che si era lamentato di non aver ricevuto le giuste risposte da alcuni elementi impiegati meno. Per la gara di Vinovo, l'ex allenatore dell'Under 17 della Roma si riaffida quasi in toto ai titolarissimi, con una sola vera novità, per nulla banale: tra i pali non c'è Loria, esordio assoluto per l'italo-uruguayano Israel. Che la mazzata europea, in casa Juve, fosse già alle spalle, però, lo si capisce dopo soli due minuti, quando la pressione bianconera costringe all'intervento della disperazione Mazzolo, la cui scivolata effettuata per anticipare Petrelli costringe agli straordinari Gasparini, col pallone che termina la propria traiettoria nella parte di campo non giocabile, dopo aver battuto sulla parte alta della traversa. Nel rettangolo verde, tuttavia, l'ago della bilancia pende da una sola parte e l'appuntamento col vantaggio è rimandato di poco più di un quarto d'ora: al 19' infatti, Bandeira rende merito ad una prolungata ed avvolgente azione corale e segna il gol che decide la gara fino al riposo.

LA GOLEADA - Chi si aspettava, nella ripresa, un'Udinese arrembante ed una Juventus compatta a protezione del risultato, non conosce l'ambizione di una squadra con talento da vendere, specie se rapportato alla categoria. Salgono in cattedra i "pezzi forti" Fagioli Moreno (il loro doppio colpo ravvicinato è da k.o. per le zebrette friulane), ma anche Nicolussi, nelle vesti di abile rifinitore, e Petrelli, che non trova per una volta la via della rete, ma fa a sportellate su tutto il fronte offensivo, creando invitanti corridoi per i compagni. Nel finale, c'è gloria anche per Portanova, all'ottavo centro stagionale (niente male per un centrocampista) e per il classe 2001 Francofonte (alla prima gioia), sempre più utilizzato dal mister Baldini.

Juventus Primavera Udinese Primavera

Commenti

La Prima Pagina