Tuttosport.com

Una cinquina al Verona regala alla Juventus Women il titolo di campione d'inverno
© Juventus FC via Getty Images
0

Una cinquina al Verona regala alla Juventus Women il titolo di campione d'inverno

Un gol della Bonansea, una tripletta della Aluko ed una perla della Glionna vanificano il parziale 1-4 della Dupuy

di Giordano Grassi sabato 22 dicembre 2018

TORINO - La Juventus Women non toglie il piede dall'acceleratore e si sbarazza anche dell'Hellas Verona con l'ennesimo risultato rotondo: un 5-1 che non lascia scampo alle scaligere e che incorona le ragazze di Rita Guarino campionesse d'inverno per il secondo anno consecutivo. Decidono l'incontro Barbara Bonansea, abile a sbloccare il match al termine di una splendida azione corale, la scatenata Eniola Aluko, autrice di una tripletta, e Benedetta Glionna che, con un gol di pregevole fattura, festeggia il recente premio "Golden Girl" ricevuto. Giunta al quinto successo consecutivo, la Juventus guida la classifica con 28 punti, a +1 sul Milan, (vittorioso 5-2 in casa del Chievo) e +4 sulla Fiorentina, che dovrà però giocare domani (nella Capitale con la Roma).

IL MATCH - Un 5-1 netto, pesante, schiacciante, che palesa la differenza tecnica vista in campo. Un 5-1 che nasconde, però, una partenza non "da Juventus", con la doppia occasionissima creata dal Verona, al 1', con l'erroraccio della Sikora che costa cartellino giallo ed infortunio alla Giuliani, ed al 3', con la traversa della Rus su cui è provvidenziale l'estremo difensore bianconero, poco prima di far spazio alla Bacic. In mezzo, l'uno-due da k.o firmato Bonansea (6') e Aluko (9'): l'italiana va a segno dopo un lancio della Gama, stop e finta dell'ex Chelsea e il velo della Caruso, poi ricambia l'assist alla compagna, mandandola a tu per tu col portiere avversario. Per 20 minuti, le bianconere fanno girare il pallone, riducendo al minimo indispensabile gli sforzi ed addormentando il match, tornando poi a pungere a freddo, alla mezz'ora esatta di gioco, con la Bonansea che si divora il tris. Appuntamento rimandato di 300 secondi, quando la solita campionessa azzurra va via a tutti sulla sinistra (perfettamente imbeccata dalla Cernoia) e regala alla Aluko il tap-in del 3-0 che chiude la parte agonistica dell'incontro. Si apre invece, nel corso della ripresa, quella accademica, dove leziosismi, giocate personali e girandola di cambi offrono uno spettacolo diverso, da un punto di vista tecnico-tattico, ma esattamente identico nel numero dei gol, altri tre: il primo è un capolavoro della Glionna (49') con un imparabile destro a giro dal vertice sinistro, il secondo è il parziale 1-4 veronese siglato dalla Dupuy (80'), favorita dall'approssimativa linea difensiva della Juve, mentre il sipario lo fa calare ancora la Aluko (85'), che salta tutti, portiere compreso, ed infila a porta sguarnita.

Juventus Women Glionna Aluko Bonansea Guarino Hellas Verona Women

Commenti

La Prima Pagina