Tuttosport.com

Juventus, Allegri: «Cori razzisti su Kean? I soliti incivili»
© LAPRESSE
0

Juventus, Allegri: «Cori razzisti su Kean? I soliti incivili»

L'allenatore bianconero condanna i buu razzisti nei confronti del giovane attaccante di colore: «Non devono entrare mai più dentro uno stadio»

mercoledì 3 aprile 2019

TORINO - "Come al solito ci sono degli imbecilli ma c'è anche la gente normale allo stadio". Allegri sintetizza così l'episodio dei buu razzisti nei confronti di Moise Kean e dei giocatori di colore della Juventus dopo il 2-0 bianconero festeggiato dal giovane attaccante in maniera provocatoria nei confronti della curva del Cagliari. "Con le telecamere vanno individuati e non bisogna più fare entrare questi incivili. Ma ero immerso nella partita e non ho percepito nulla. Kean deve però evitare alcune esultanze e qualche gesto lezioso di troppo. Bisogna avere rispetto dell'avversario", aggiunge il tecnico bianconero.

"KEAN POTEVA EVITARE" - Sul tema dei buu razzisti sul finale del match nei confronti dei giocatori di colore ecco anche l'opinione di Bonucci, autore del primo gol della partita: "Kean sa che quando si fa gol deve pensare a esultare con la squadra e basta, abbracciarci tutti insieme. È stato un episodio e sa anche lui che poteva fare qualcosa di diverso e basta e guardiamo avanti. C’è stato il buu razzista dopo l’esultanza di Kean e Matuidi si è arrabbiato, ma credo che la colpa sia 50 e 50. Kean ha sbagliato e la curva ha sbagliato", aggiunge Bonucci. Pensiero molto simile a quello di mister Allegri che evidenzia come il giovanissimo bianconero debba "evitare alcune esultanze e qualche gesto lezioso di troppo. Bisogna avere rispetto dell'avversario".

Cagliari-Juventus: Kean esulta, Bonucci lo porta via e si scusa | FOTO

Juventus batte Cagliari 0-2: il tabellino

ALTRO PASSO VERSO LO SCUDETTO - Il successo della Juventus in casa del Cagliari regala un altro pezzo di scudetto ad Allegri evidenzia la sua soddisfazione per la prestazione della Sardegna Arena: "La squadra ha fatto una bella partita, solida e tecnica. Non abbiamo concesso nessun tiro in porta e questa è stata la nota più positiva. Serviva una sfida con un impatto giusto, non era semplice e siamo stati bravi. Sono soddisfatto dei singoli come Pjanic e Chiellini". E sulle condizioni fisiche di Cristiano Ronaldo il tecnico bianconero precisa: "Quando è pronto tornerà, ora sta lavorando e lo monitoreremo giorno per giorno".

 

Commenti

La Prima Pagina