Tuttosport.com

Juventus, papà Kean: «Nessuna provocazione da parte di Moise. Futuro al Napoli? Perché no»
© Getty Images
0

Juventus, papà Kean: «Nessuna provocazione da parte di Moise. Futuro al Napoli? Perché no»

Intervenuto a Radio CRC, il padre dell'attaccante ha ribadito: «Il razzismo non deve esistere»

mercoledì 3 aprile 2019

TORINO - Moise Kean non si ferma più. Il giovane attaccante della Juventus è andato a segno anche ieri sera, chiudendo il match tra i bianconeri e il Cagliari. L'esultanza a braccia larghe non è stata apprezzata dal pubblico sardo che lo ha fischiato ripetutamente. Dalle tribune è partito anche qualche ululato: "Il gesto di ieri - le parole di Biourou Jean Kean, padre dell’attaccante bianconero ai microfoni di “Un Calcio alla Radio”, trasmissione in onda su Radio CRC - verso mio figlio è bruttissimo. I ragazzi sono tutti uguali e ognuno di loro ha il proprio modo di godere dei gol fatti. Queste persone sono ignoranti. Il calcio è divertimento e i ragazzi esultano. Mio figlio è tranquillissimo e gli ho consigliato di non guardare alle cose che gli stanno capitando. Non ho visto nessun tipo di provocazione da parte di mio figlio, in campo. Quando fa gol, balla sempre davanti i tifosi. Il razzismo non deve più esistere. Dobbiamo crescere nella testa e nel comportamento".

Kean posta la foto dell'esultanza e scrive: «Il miglior modo per rispondere al razzismo»

PAPA' KEAN E LA LEGA - Già qualche giorno fa, papà Kean aveva espresso la sua vicinanza alle idee della Lega: "Per quanto riguarda la politica, appoggio Salvini come capitano. Quando ascolto Salvini dire "aiutamoli a casa loro" credo che non sia una cosa sbagliata perché è verità. Io sono arrivato in Italia e ho imparato tutto sul riso e sul mais, dalla raccolta alla trasformazione ma preferirei averlo fatto nella mia terra. Il mio dire sono nero fuori e bianco nero nel sangue era una battuta per dimostrare la mia fedeltà alla Juventus".

Caso Kean, sui cori di Cagliari indaga la Digos

 

MOISE E IL FUTURO - L'amore di papà Kean per i colori bianconeri è la garanzia per la permanenza di Moise alla corte di Allegri, anche se l'ipotesi di un periodo al Napoli non è da escludere: "Alla Juventus, Moise è a casa sua. Al Napoli lo vedrei bene in prestito perché mi piace il gioco della squadra ma poi, dovrebbe tornare alla Juventus".


Cagliari, Kean, i buu razzisti: scambio social Sterling-Bonucci

 

Kean Juventus Cagliari

Commenti

La Prima Pagina