Tuttosport.com

0

Juventus, Allegri: «A breve incontro con Agnelli. Io voglio restare»

Il tecnico: «Tutte le voci? Mi divertono, fa parte del gioco. La squadra si può migliorare»

 Sergio Baldini sabato 11 maggio 2019

LA SOCIETA’ - Confermata la sua decisione di restare, quanto alla decisione della società Allegri si rifa alle parole di Andrea Agnelli: «Il presidente ha detto che rimango dopo l’Ajax. Con lui, come con tutti gli altri componenti della società, da Paratici a Nedved a Martotta finché c’è stato, ho un ottimo rapporto fatto di stima reciproca e serietà. Per arrivare a ottenere grandi risultati la società è la cosa più importante. Puoi avere grandi allenatori, grandi giocatori, ma se non c’è la società che sorregge tutto difficilmente arrivi a grandi risultati». Poi si toglie un sassolino parlando dell’incontro a lungo atteso: «Posticipato? Anzi, lo abbiamo anticipato perché di solito lo facciamo a campionato finito. Quest’anno la situazione fa un po’ di clamore perché siamo stati eliminati ai quarti in Champions. Si vede che qualcuno pensava fosse la coppa dei bar che vincevo d’estate a Livorno. I nomi dei miei successori? Fanno parte del gioco. Al Milan dicevano che mi mandavano via e arrivava Guardiola, già che ci sia solo il suo nome vuol dire che sono quotato».

IL CAMPO - E poi c’è anche la Roma: «E poi avremo la festa con l’Atalanta, diversa da sempre e i tifosi si divertiranno... Abbiamo anche recuperato qualche giocatore: Alex Sandro, Bentancur, Dybala che domani rientra e dovrebbe finire il campionato nel migliore dei modi. La posizione è sempre stata la stessa, quello che è cambiato è che quest’anno aveva davanti Ronaldo e un altro giocatore, gli anni scorsi ne aveva uno solo».

Allegri Juventus Agnelli

Commenti

La Prima Pagina