Tuttosport.com

De Ligt:
© Juventus FC via Getty Images
0

De Ligt: "Costretto da Raiola alla Juve? Mi viene da ridere"

Il nuovo acquisto bianconero smentisce le voci che arrivano dall'Olanda ed evidenzia la sua soddisfazione per il trasferimento in Italia in un'intervista al De Telegraph

sabato 20 luglio 2019

TORINO - "Costretto a firmare da Raiola? Mi viene da ridere". Così Matthijs de Ligt, nuovo acquisto della Juventus, nel corso di un'intervista al quotidiano olandese de Telegraph replica ad alcune critiche arrivate nei suoi confronti dopo la lunga trattativa per il passaggio dall'Ajax alla formazione bianconera. "In Olanda è strano che non si scelga il Barça, ma io sono molto felice di poter andare alla Juventus per l'apprezzamento che hanno mostrato", ha aggiunto il 19enne centrale olandese. Alle critiche secondo cui avrebbe scelto la Juve solo per motivi economici e per volere del suo agente, il giovane difensore della nazionale Orange ribadisce: "Io ho guardato semplicemente all'aspetto sportiva, del salario se n'è occupato Mino. Questo è il suo lavoro. Ma ovunque avessi firmato, probabilmente non mi sarei mai lamentato di questo".

Il saluto dell'Ajax al Golden boy De Ligt

De Ligt: "Raiola è il migliore al mondo"

"Per natura sono un ragazzo introverso e modesto. So chi è veramente Mino - prosegue il neo difensore della Juve - e questo riguarda solo la nostra relazione, non quello che pensano gli altri". E continuando a parlare del suo agente il nuovo centrale bianconero prosegue: "È il migliore al mondo per gli affari tra gli agenti. Le reazioni arriveranno sempre e tutti in Olanda potranno avere la loro opinione, ma solo io so cosa fa Mino per me. Lui ha una sua opinione e io la mia, ma alla fine sono io che decido", conclude il neo bianconero.

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

La Prima Pagina