Tuttosport.com

Agnelli:
© AFPS
0

Agnelli: "L'obiettivo è l'unità del calcio europeo"

Il presidente della Juve sarà alla guida dell'ECA fino al 2023: "Dobbiamo tutti seguire un percorso aperto e trasparente. Il nostro dovere è quello di tutelare la promozione di questo sport in tutto il continente"

martedì 10 settembre 2019

GINEVRA (Svizzera) - "Per me è un onore esser stato parte dell'Eca in questi anni e ringrazio di esser stato riconfermato per il prossimo ciclo di quattro anni". Lo ha detto il presidente dell'Eca Andrea Agnelli dopo esser stato riconfermato alla guida dell'associazione dei club europei fino al 2023. "Tutti cercheremo di fare gli interessi delle competizioni future - ha aggiunto in conferenza stampa - Però vorrei sottolineare che non esiste una mia parte o un'altra parte, ma soltanto la parte del calcio. Tutti dovrebbero essere interessati a quello, da questo punto di vista sono sicuro che anche sotto la presidente Ceferin noi perseguiremo l'interesse principale del calcio, ovvero l'unità. Questo è quello che dovremo cercare di ottenere nell'interesse del calcio europeo".

Il format dei tornei europei

A proposito del format dei tornei europei dal 2024, Agnelli dichiara: "Dobbiamo tutti seguire un percorso aperto e trasparente". "Non ci sono novità, ho lasciato Malta sentendomi molto positivo e ottimista - ha aggiunto in conferenza stampa - Come board dell'Eca abbiamo fatto in modo di rendere aperto questo processo collaborando con tutti i club, piccoli, medi e grandi, ricordandoci sempre che il nostro dovere è quello di tutelare la promozione del calcio in tutti i paesi europei e non soltanto in alcuni che potrebbero essersi fatti sentire un po' di più negli ultimi mesi".

Caricamento...

La Prima Pagina