Agnelli rafforza Sarri: Juve in difficoltà ma la fiducia resta

Il presidente cena con il tecnico, ribadita la linea storica: la società non mette in discussione chi sta in panchina
Agnelli rafforza Sarri: Juve in difficoltà ma la fiducia resta© Juventus FC via Getty Images

TORINO - Dicono che Andrea Agnelli lo abbia un po' canzonato. Un cosa tipo: «Vero che ti sembrava più facile da fuori?». Perché Maurizio Sarri, nelle ultime settimane, ha provato l'ebbrezza del tritacarne dell'ambiente juventino, che tende a mettersi in moto dopo ogni non vittoria, fino a vorticare furiosamente in caso di due sconfitte in un breve lasso di tempo. Il presidente lo conosce e non se ne preoccupa, il tecnico lo ha scoperto da poco e, dicono, abbia risposto con un sorriso di chi ne avrebbe fatto anche a meno. D'altra parte, non più tardi di qualche settimana fa, aveva pranzato con Massimiliano Allegri a margine della premiazione per la Panchina d'Oro a Coverciano. E aveva scherzato con il suo predecessore sulla bufera che si scatena intorno alla Juventus alla prima incertezza («Un pareggio e impazziscono tutti»), trovando in Allegri totale e divertita comprensione. In cinque stagioni Max è sempre stato un marinaio pronto a superare qualsiasi tempesta senza spettinarsi, ma nelle foto della presentazione, il 16 luglio 2014, sembrava molto, molto più giovane.

Dall'Inghilterra: "Juve su Guardiola"
Guarda il video
Dall'Inghilterra: "Juve su Guardiola"

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...