Tuttosport.com

Juve, Lazio e Inter: scudetto, ecco quanti punti servono per vincere

0

I biancocelesti viaggiano forte, ma attenzione ai cali. A Sarri basterebbe manterere il ritmo attuale per vincere

Juve, Lazio e Inter: scudetto, ecco quanti punti servono per vincere
di Guido Vaciago venerdì 21 febbraio 2020

TORINO - Il maestro Jedi delle quote scudetto rimane Massimiliano Allegri, in grado di annusare il numero giusto a un girone di distanza. Calcolatore micidiale di medie punti e fenomenale valutatore dei rischi della seconda parte del campionato (in cui chi per una ragione, chi per un’altra, sono tutti alla disperata ricerca di punti e conquistarli diventa più difficile), l’ex tecnico bianconero stabiliva una quota e ci beccava quasi sempre. Non ha mai rivelato il suo algoritmo, ma aveva spiegato che teneva conto di vari fattori, dallo storico al ritmo tenuto dalle squadre nel girone di andata. Seguendo a grandi linee le sue indicazioni, quest’anno la quota scudetto potrebbe essere fissata fra i 90 e 92 punti. Negli ultimi dieci anni, dalla 24ª giornata di campionato in poi, la capolista ha infatti conquistato in media 32,5 punti nelle ultime 14 partite. Il che significa che la Juventus di Maurizio Sarri, oggi prima a 57 punti, dovrebbe metterne insieme altri 33 per arrivare a 90; oppure 35 per arrivare a 92. Tradotto in vittorie, pareggi e sconfitte significherebbe completare il campionato con 10 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta (per arrivare a 90) oppure 11 vittorie 2 pareggi e una sconfitta (per arrivare 92). In pratica i bianconeri devono viaggiare 2,35 punti a partita oppure a 2,5 punti a partita. Per dare un’idea precisa di cosa significa questa media, basta pensare che finora Sarri ha guidato la Juventus al ritmo di 2,38. Insomma, potrebbe non essere necessaria nessuna particolare accelerazione, ma il mantenimento dell’andamento tenuto finora. Attenzione, però, perché il super ritmo tenuto dalla Lazio nelle ultime sedici delle ventiquattro giornate può sballare completamente l’algoritmo, visto che dalla nona giornata in poi gli Inzaghi Boys hanno conquistato 44 dei 56 punti, viaggiando quindi alla strabiliante media di 2,75. Se non subisse decelerazioni, la Lazio farebbe 38 punti, finendo a 94! Certo, servirebbe un’impresa da record, perché la storia insegna che solo di rado in cavalcate così intense si riesce ad arrivare alla fine senza un calo. Ma qualcuno ci è riuscito (vedi la Juventus dei 102 punti, per esempio, o la seconda di Allegri nel 2015- 16 che dopo lìinizio disastroso inanellò una serie positiva di 26 giornate), per  cui nel calcolo della quota scudetto non si può ignorare del tutto il fattore Super Lazio e la sua mostruosa andatura. Per tenere testa a Simone Inzaghi, Sarri dovrebbe quindi vincere 12 partite e pareggiarne due, senza più perderne neppure una fino alla fine del campionato. [...]

Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna di Tuttosport

Juventus Lazio Inter Serie A

Caricamento...

La Prima Pagina