Tuttosport.com

Coronavirus, fidanzata Rugani: "Tampone 8 marzo". Juve: "No, l'11"

0

Michela Persico in un'intervista parla del giorno di Juve-Inter come quello del controllo del club, poi la smentita del club e la rettifica

Coronavirus, fidanzata Rugani: "Tampone 8 marzo". Juve: "No, l'11"
© Marco Canoniero
martedì 24 marzo 2020

TORINO - Ha creato un po' di scompiglio l'intervista al portale TPI (The Post Internazionale) rilasciata da Michela Persico, la fidanzata del calciatore della Juventus Daniele Rugani, nella quale ricostruisce il caso della positività al coronavirus del difensore bianconero. La giornalista, originaria di Alzano Lombardo (Bergamo), sostiene che il tampone a Rugani per la ricerca del virus è stato effettuato domenica 8 marzo, giorno di Juventus-Inter, e che l'esito gli è stato comunicato il 9.

L'intervista di Michela Persico

La Juve precisa: tampone 11 marzo

La Juventus contesta questa ricostruzione e fa sapere che la data del test è mercoledì 11 marzo: l'analisi sarebbe stata effettuata al mattino, il responso consegnato alla sera. Alle 23 dell'11 marzo il club bianconero ha diffuso il comunicato ufficiale della positività di Rugani, primo caso di calciatore della serie A reso noto.

La rettifica dell'intervista

"Chiesta nuovamente conferma di questa notizia a Michela Persico è emerso che, diversamente da quanto documentato nell’audio-registrazione dell’intervista di Gambino alla fidanzata di Rugani, il difensore della Juve avrebbe fatto il tampone la mattina di martedì 10 marzo, e sarebbe risultato positivo l’11 marzo. Notizia confermata anche dall’agente di Rugani a TPI". Questa è la rettifica che si trova ora sul sito dell'intervista alla Persico.

Caricamento...

La Prima Pagina