Tuttosport.com

"Ronaldo è in forma strepitosa": parla Rui Alves

0

Intervista esclusiva al presidente del Nacional Madeira, secondo club di CR7: "Si allena sul nostro campo con una grinta spaventosa"

"Ronaldo è in forma strepitosa": parla Rui Alves
© Marco Canoniero
 Filippo Cornacchia martedì 14 aprile 2020

Il tempo sull’isola di Madeira si è fermato. «Rivedere Cristiano Ronaldo calciare in porta sul nostro campo mi fa sentire più giovane», racconta Rui Antonio Macedo Alves. Per tutti è semplicemente Rui Alves. È il presidente del Nacional e lo era già nel 1995 e nel 1997. «Quando Cristiano arrivò nel nostro settore giovanile - racconta - aveva 10 anni e alla sua prima società, l’Andorinha, in cambio demmo palloni e mute di maglie. Due anni dopo, nel 1997, sono stato io il presidente che ha firmato il suo passaggio allo Sporting di Lisbona. Era bravissimo già da ragazzino, Cristiano. Ma allora era impossibile immaginare che sarebbe potuto diventare il giocatore più forte della storia». [...]

Come è nata l’idea di aprirgli lo stadio per farlo allenare meglio?
«Cristiano ci ha chiamato e noi siamo stati ben felici di dargli questa possibilità. Abbiamo rispettato le regole e i protocolli sanitari di Madeira legati al Covid-19, a partire dal rispetto delle distanze di sicurezza. Cris è stato un nostro ragazzo e adesso è il miglior esempio possibile per l’Accademia del Nacional. È un modello per tutto il mondo. È un super professionista e ha qualità umane notevoli. È l’orgoglio della nostra società, di tutti noi. Il calciatore più forte della storia è nato sulla nostra piccola isola»

 CR7 si allena allo stadio tutte le mattine?
«Non credo tutti i giorni. A volte viene al mattino, altre il pomeriggio. Dipende dai suoi programmi di allenamento. L’ho trovato super motivato e determinato. L’aria di Madeira gli avrà trasmesso ancora più energia positiva. Si sta allenando al massimo. Non vede l’ora che l’emergenza sanitaria finisca. Per il bene del mondo e della gente, prima di tutto, e poi perché ha anche una grande voglia di tornare a giocare». [...]

Quindi avrà parlato sicuramente di Juventus con Cristiano.
«Sì. E mi è sembrato molto felice della Juve. Penso e spero che rimarrà ancora per qualche anno. Gli auguro di vincere scudetto, Champions e Pallone d’Oro in bianconero».

Leggi l'intera intervista esclusiva sull'edizione odierna di Tuttosport 

Cristiano Ronaldo

Caricamento...

La Prima Pagina