Capello: "Ibrahimovic alla Juve? Gli dissi di fare meno circo"

L’ex allenatore bianconero racconta il proprio rapporto con lo svedese: “Giocava solo per divertirsi, fare gol per lui era un optional. Poi è diventato un grande ed è tutto merito suo”
Capello: "Ibrahimovic alla Juve? Gli dissi di fare meno circo"

"Cassano è il più grande rammarico: non sono riuscito a farlo diventare il grande giocatore che avrebbe potuto essere. Mi sono impegnato tanto, ma non ce l'ho fatta". Queste le parole di Fabio Capello, allenatore del fantasista barese sia alla Roma che al Real Madrid. "L'ho sentito pochi giorni fa - ha svelato con una battuta Capello ai microfoni di Sky Sport 24 - visto che sua moglie (Carolina Marcialis, ndr) lo ha messo in riga. Gli ho chiesto perché non si sia sposato a 21 anni".

Milan, Ibrahimovic in gol nella partitella con l'Hammarby
Guarda il video
Milan, Ibrahimovic in gol nella partitella con l'Hammarby

Capello su Ibrahimovic

Molto diverso è stato invece il rapporto che Capello ha avuto con Ibrahimovic alla Juve: "Zlatan è arrivato dall'Ajax e giocava solo per divertirsi, fare gol per lui era un optional - ha raccontato l'ex allenatore bianconero - Con le potenzialità che aveva, doveva cercare la rete di più e fare meno circo. Ho dovuto fargli capire questa cosa per farlo diventare quel grande giocatore che è, perché ancora a 38 anni lo dimostra. È tutto merito suo: io gli ho solo dato dei suggerimenti e lui li ha messi in pratica". (Italpress)

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...