Tuttosport.com

Juve, ora Sarri ha il Dybala che voleva

0

Nove atipico e decisivo, sempre più a suo agio con CR7. E il portoghese adesso può puntare a quota 40 gol

Juve, ora Sarri ha il Dybala che voleva
© Marco Canoniero
di Sergio Baldini giovedì 2 luglio 2020

TORINO - Il 10 da 9 funziona sempre meglio. Resta un 9 sui generis, Paulo Dybala, tanto è vero che Maurizio Sarri si sta dedicando con cura al pieno recupero di Gonzalo Higuain, che in certe situazioni sarà fondamentale, e la società si sta dando da fare a cercare l’erede del Pipita. Ossia un 9 più classico. Ma nella Juventus titolare di oggi e di domani il 9 è e sarà la Joya. A modo suo, come Sarri aveva spiegato presentandosi a Torino, a precisa domanda sulla possibilità di vedere l’argentino centravanti: «Giocatori di quella qualità possono giocare in qualsiasi ruolo, ovviamente con le loro caratteristiche».

Le sue caratteristiche Dybala non le ha abbandonate: continua a svariare e anche ad abbassarsi per dialogare con i centrocampisti, seguendo la voglia di toccare la palla il più spesso possibile; continua ovviamente ad allargarsi verso sinistra per poi rientrare e dare libero sfogo al talento racchiuso nel piede mancino avendo tutto il campo a disposizione. E però, con tutti questi distinguo, accantonato almeno per ora l’esperimento di Cristiano Ronaldo in posizione centrale visto col Milan, è la Joya il centravanti della Juventus di Sarri. Un ritorno alle origini, perché in quel ruolo si era affermato a Palermo, ma in un contesto opposto, perché i rosanero giocavano in contropiede mentre la Juventus si trova quasi sempre, e con il nuovo tecnico vuole trovarsi sempre, ad attaccare squadre chiuse in difesa.

Situazione più complicata per giocare con un centravanti atipico: tanto che Massimiliano Allegri aveva quasi sempre affiancato a Dybala prima Mandzukic e poi Higuain, arretrando la Joya a trequartista quando nella scorsa stagione aveva inserito un’altro atipico come CR7, e lo stesso Sarri in più di un’occasione ha preferito un centravanti classico come il Pipita e ha sperimentato la Joya alle spalle di due punte. Pur dichiarando, quando non lo ha schierato dall’inizio, che «Dybala in panchina è una bestemmia».

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna di Tuttosport

[[dugout:eyJrZXkiOiJtUFRLT3NaeiIsInAiOiJjb3JyaWVyZGVsbG9zcG9ydCIsInBsIjoiIn0=]]

juve Sarri Dybala

Caricamento...

La Prima Pagina