Juve, tempo scaduto per il... cambio generazionale. Ecco con chi ce l'ha Allegri

L'attenzione posta da Allegri sulle sostituzioni sbagliate contro il Milan, il continuo insistere sull'importanza di capire quanto pesi ogni pallone alla Juve. Attenzione puntata sugli ultimi acquisti Kean e Locatelli, ma anche Chiesa, Kulusevski, McKennie, Rabiot. I talenti per il futuro devono scrivere il presente

Juve, tempo scaduto per il... cambio generazionale. Ecco con chi ce l'ha Allegri© Alessandro Falzone/Agenzia Aldo Liverani sas

TORINO - Vigilia di Spezia-Juventus, quinta giornata di Serie A. Mai si sarebbe potuto pensare che una tale partita potesse risultare tanto importante, fondamentale, decisiva per la stagione della Juventus. La crisi di risultati è già in corso, evidente e conclamata. Ancora riecheggiano le parole dell'Allegri furioso che dopo il pari contro il Milan è uscito dal campo imprecando "e questi vogliono giocare nella Juventus?!?!", snocciolando poi il concetto davanti a microfoni e telecamere. Qua bisogna capire che «alla Juve è diverso, il pallone è pesante». E ancora: «Non ho azzeccato i cambi».

Facile dedurre, insomma, con chi ce l'avesse Massimiliano Allegri. Che poi ha ribadito il concetto in conferenza stampa. I subentrati (che peraltro si erano presi dei gran berci già in campo...): Kulusevski, Chiesa e Kean. C'è poi Locatelli, fresco di arrivo alla Juventus, che ha commesso un grave errore costate il pari bianconero. McKennie? Manco è stato schierato... E si torna dunque allo spunto di riflessione - e che riflessione - che aveva fatto Allegri durante la conferenza stampa di Malmoe: «I giovani non sono più giovani, bisogna che si diano una svegliata sotto l'aspetto mentale». Una svegliata che non c'è stata mica tanto.

Juve, tempo scaduto per il... cambio generazionale. Ecco con chi ce l'ha Allegri
Guarda il video
Juve, tempo scaduto per il... cambio generazionale. Ecco con chi ce l'ha Allegri

Juve, i talenti per scrivere il futuro

Non si può dire che la società non abbia investito energie e denari in alcuni giovani di spessore, pescando tra il meglio che offrisse il panorama nazionale e internazionale: Moise Kean (operazione da 38 milioni per l'acquisto del cartellino), Manul Locatelli (operazione da 35 milioni), Federico Chiesa (operazione da 60 milioni), Weston McKennie (30 milioni), Dejan Kulusevski (44 milioni). Talenti indiscussi - per i quali la Juventus si è impegnata a investire oltre 200 milioni di euro - che possono fare il futuro della Juventus ma ai quali si chiede di iniziare a scrivere anche il presente.

Allegri e la classifica: "Attualmente con lo Spezia è scontro salvezza"
Guarda il video
Allegri e la classifica: "Attualmente con lo Spezia è scontro salvezza"

Juve, i migliori video

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...