Pagina 2 | Allegri: "Alla Juve non esistono stagioni di transizione"

L'allenatore bianconero in conferenza: "Bisogna compattarsi come in mare quando c'è tempesta: non si può combatterla, bisogna uscirne. Servono ordine e serenità". Le ultime sulla formazione che affronterà la Salernitana

L'accanimento su Morata e la probabile formazione

Serenità che il tecnico si preoccupa di conservare soprattutto in Alvaro Morata, che non segna in campionato dal 19 settembre contro il Milan e in generale dal 4 novembre contro lo Zenit, uscito tra i fischi sabato sera e che il tecnico difeso da una critica definita prevenuta: «Alvaro contro l'Atalanta ha fatto una grande partita, è stato uno dei migliori. Mi sembra che nei suoi confronti ci sia accanimento per punto preso e non mi piace». Lo spagnolo però domani a Salerno dovrebbe riposare, lasciando spazio a Moise Kean accanto a Dybala e probabilmente Bernardeschi, in ballottaggio con Kulusevski per sostituire Chiesa, out fino a gennaio. Tornerà presto invece McKennie, ma non domani: al suo posto Bentancur, con Locatelli e Rabiot. A meno che non riposi anche il francese, con Bernardeschi mezzala sinistra e Kulusevski in avanti. Detto di Chiellini, in difesa davanti al confermato Szczesny ci sarà ancora Cuadrado a destra (De Sciglio ancora indisponibile), Bonucci o De Ligt accanto al capitano, con Alex Sandro favorito su un Pellegrini in non perfette condizioni a sinistra.

Allegri: "Alla Juve la transizione non c'è"
Guarda il video
Allegri: "Alla Juve la transizione non c'è"

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...