Juve, Nedved: "L'inchiesta plusvalenze non condizionerà i giocatori"

Il vicepresidente bianconero rassicurante: "Non credo sia l'annata più difficile. Il gruppo è concentrato sul campo"

25 novembre 2021 - Su Amazon Prime Video esce "All or nothing: Juventus", la prima docuserie dedicata al club bianconero© Juventus FC via Getty Images

SALERNO - Il videpresidente della Juventus, Pavel Nedved, cerca di rassicurare l'ambiente bianconero, in un momento complicato in campo e fuori dal campo, a causa dell'inchiesta sulle plusvalenze della procura della Repubblica di Torino: "Ci sono delle difficoltà - dice il dirigente ceco a Dazn, parlando inizialmente di questioni tecniche - a volte pensi di essere forte e poi ti va tutto male. Poi ci sono delle annate dove ti senti meno forte, ma vai bene. E' difficile dirlo". Poi, sull'inchiesta penale, aggiunge: "Non è stato fatto un passo più lungo delle possibilità. Abbiamo rilasciato il comunicato chiaro, si è espresso anche il presidente Agnelli, ha parlato alla squadra e ai dipendenti, anche John Elkann ha parlato. Non è giusto che parli io oggi. Avrà riflessi sulle scelte? Non credo che ci saranno dei problemi all'interno della società. Se parlo del gruppo squadra, ai giocatori tocca poco. Ho esperienza: i giocatori sono concentrati sul campo. Non credo guardino alla società, io sono 11 anni fuori dal campo, abbiamo vissuto tante cose difficili in questi anni. L'annata più difficile? Non credo. C'erano difficoltà grosse in passato che si sono risolte. Fa parte di essere Juve. Noi siamo orgogliosi e onorati di poterla rappresentare"

Juve, plusvalenze sospette: al vaglio i rapporti con Ronaldo
Guarda il video
Juve, plusvalenze sospette: al vaglio i rapporti con Ronaldo

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...