Allegri già pensa al futuro: "Ora migliorare la Juve con lucidità"

Il bilancio del tecnico dopo il ko sul campo della Fiorentina nell'ultima di campionato e i piani per il prossimo mercato: "C'è una buona base di giovani, ma per tornare a vincere serviranno più esperienza e malizia"
Allegri già pensa al futuro: "Ora migliorare la Juve con lucidità"© LAPRESSE

FIRENZE - Un ko indolore per la classifica della Juventus quello in casa Fiorentina nell'ultima di campionato, ma che è un po' l'emblema della difficile stagione vissuta dai bianconeri di Massimiliano Allegri 'costretti' ad 'accontentarsi' della qualificazione in Champions League con il quarto posto in campionato. "Avevamo tanti assenti e c'era gente che non si era mai allenata in questi giorni - dice il tecnico juventino nel post partita del Franchi -. Credo che abbiamo chiuso degnamente la stagione e ora penseremo al futuro. Peccato per le ammonizioni di Kean e Rabiot che erano diffidati e salteranno la prima partita del prossimo anno".

La Juve chiude con un ko: la Fiorentina vince e vola in Europa
Guarda la gallery
La Juve chiude con un ko: la Fiorentina vince e vola in Europa

Una stagione di rincorsa

L'allenatore livornese ripercorre poi il cammino della sua squadra: "Abbiamo fatto una bella rincorsa e siamo arrivati alla partita con l'Inter con la possibilità di riavvicinarci alle prime, che non siamo riusciti a cogliere. Abbiamo giocato con 12 giocatori per tre mesi e questi 70 punti sono un po' 'falsi', non dicono la verità su questa Juve. Raggiunto l'obiettivo della Champions però - spiega Allegri - le energie mentali sono venute un po' meno, quello che è stato fatto di buono va tenuto ma dovremo cercare di fare meglio per tornare a vincere".

Juve, Chiellini ferito e sostituito dopo lo scontro con Piatek
Guarda la gallery
Juve, Chiellini ferito e sostituito dopo lo scontro con Piatek

I piani per il futuro

Archiviata la stagione, Allegri delinea infine le linee guida del prossimo mercato bianconero: "Dobbiamo parlare con la società per sistemare la squadra. C'è unità d'intenti e abbiamo tanto giocatori, diversi dei quali dovranno uscire. Poi c'è Chiellini che ha smesso, mentre Dybala e Bernardeschi sono a fine contratto. Il mercato non è ancora iniziato e bisognerà fare le cose con calma e lucidità". L'idea è quella di affiancare i tanti giovani con dei calciatori di spessore: "La squadra si è ringiovanita via via con Chiesa, De Ligt, Locatelli, Vlahovic e ora anche con Miretti. Una buona base c'è anche se è difficile vincere se ci sono solo giovani: serve un mix con giocatori di malizia ed esperienza, che aiutino a crescere anche gli altri. Come in tutte le cose anche nell'allestire una squadra serve equilibrio".

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...